Val d’Isere, Braathen non perdona! Applausi per Kastlunger 10°

La Stade Olympique de Bellavarde di Val d’Isere è una lingua bianca di ghiaccio farcita di angoli. E il norvegese Lucas Braathen non perdona domandola: il fenomeno del 2000 centra la terza vittoria in carriera in Coppa del Mondo. Traiettorie supersoniche, millimetriche, una sciata sempre in accelerazione. E per questo giovanotto scandinavo dal sangue brasiliano tutta classe e carattere, una prova di forza pazzesca. L’altro norvegese Henrik Kristoffersen che aveva chiuso la prima manche davanti a Lucas per sette centesimi, ne combina poi di tutti i colori e finisce sesto. Così  sul podio ci salgono l’austriaco Manuel Feller staccato di 84 centesimi e lo svizzero Loic Meillard di 98. Quarto lo svedese Kristoffer Jakobsen partito con il 20, quinto il francese Alexis Pinturault. Settimo posto per Daniel Yule, ottavo il norvegese Timon Haugan e nono l’austriaco Marco Schwarz.

Il podio ©Agence Zoom

GUARDA LA CLASSIFICA DELLO SLALOM DI VAL D’ISERE

Applausi a scena aperta per Tobias Kastlunger. Il marebbnao in forza al gruppp Coppa Europa, partito con il 67, non solo coglie i primi punti nella massima serie, ma ecco un ottimo 10° posto. Tobi, classe ’99, lascia il segno oggi ed eccolo improvvisamente davanti. Certo, era in forma ed in Coppa Europa lo aveva dimostrato in gigante, ma in slalom era tutta un’incognita. Oggi è stato davvero superlativo il superB, un risultato stratosferico. Tommaso Sala, pettorale 10, non riesce a essere protagonista di un recupero nella seconda sessione e finisce 17° a 2.30. Stefano Gross, al via con il 37, entra in zona punti e termina 23° a 2.88. Certo, Sabo ci ha abituato a ben altro, ma per il senatore fassano un piccolo segnale. Lo aspettiamo sul Canalone Miranonti il 22. Peccato davvero per Alex Vinazter; undicesimo dopo la prima run, parte davvero forte ma deraglia dal pendio francese. Assente Giuliano Razzoli per un problema alla schiena.

Tobias Kastlunger in azione in Val d’Isere ©Pentaphoto

Altre news

Fondazione Cortina incontra Atomic al quartier generale di Altenmarkt

Mancano diversi mesi al via della stagione invernale 2024-25 la quale, per il terzo "inverno" consecutivo (e fino al 2026), vedrà Atomic, il Brand leader a livello mondiale nel mondo dello sci, e Fondazione Cortina, l’Ente organizzatore dei grandi...

L’italiano Andrea Nonnato nuovo preparatore di Vlhová

Cambia il preparatore atletico di Petra Vlhová, che resta però legata all’Italia. Ha lasciato Marco Porta ed è entrato Andrea Nonnato. Il tecnico ha lavorato a Liptovský Mikuláš nelle ultime settimane, seguendo Petra nel suo ritorno ad alto livello dopo...

Addio a Piermario Calcamuggi

Addio a Piermario Calcamuggi. È morto ieri a Torino, dov'era ricoverato a seguito di un intervento chirurgico. Aveva 77 anni. Dopo l’intervento era stato in grado di parlare con la moglie Ita e con i figli, Matteo ed Elisa,...

Sofia Goggia, buone sensazioni sulla neve allo Stelvio: «Mi sento molto bene, sempre meglio»

Il ritorno di Sofia Goggia passa da Bormio e dal ghiacciaio del Passo dello Stelvio. A cinque mesi dall’infortunio, la bergamasca, dopo una prima uscita in pista alcune settimane fa, è tornata in ghiacciaio da venerdì per un altro...