Luca De Aliprandini ©Beretta Solowattaggio

L’estrazione pubblica dei pettorali è al piano terra del sesto building dell’immenso resort Prince Hotel di Naeba. Fra mascherine, amuchina e inchini, va in scena il public drow per i 15 migliori gigantisti che domani si daranno battaglia fra le porte larghe della World Cup Course. Nei top ten c’è Luca De Aliprandini: il trentino parte con il numero 8.

Haugen numero 1 ©Beretta Solowattaggio

GUARDA LA START LIST DEL GIGANTE DI NAEBA 

ALLE 2 IN TALIA LA PRIMA MANCHE – Poi al cancellato di partenza altri quattro italiani: con il 25 Riccardo Tonetti, 30 Giovanni Borsotti che oggi ha dichiarato di essere in condizione, 38 Hannes Zingerle, quindi 45 Daniele Sorio. Temperature in aumento in questo angolo di Giappone: a Naeba saleranno il pendio e al captain’s meeting il gran capo della Fis sul campo Markus Waldner ha richiamato i tecnici sul fatto di non passare sulla linea di gara in ricognizione per non rovinare il fondo che pare al limite. «Contribuiamo tutti a rendere la gara il più regolare possibile», ha chiosato l’altoatesino della Fis. Ma temperature a parte, sarà battaglia, conta andar forte. Poche storie. I nostri ragazzi lo sanno, c’è voglia di far bene sulle nevi asiatiche agli ordini di Roberto Lorenzi e Roberto Saracco. La prima manche alle ore 2 italiane (in Giappone 10), seconda alle 5 (13). Ad aprire le danze il norvegese Leif Haugen, 56 gli atleti al via. Traccia la prima sessione il tedesco Brend Brunner, la seconda l’austriaco Marko Pfeifer. 

Meillard ©Beretta Solowattaggio

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.