Un Kristoffersen da paura concede il bis sul Podkoren. De Aliprandini 10°

Un’altra doppietta per Henrik Kristoffersen. Il norvegese dopo il doppio trionfo in slalom di Garmisch Partenkirchen, è autore di una doppietta gigante superlativa anche sulle nevi slovene di Kranjska Gora. Il giovanotto del ’94, che fra gli angeli custodi ha i nostro Marco Zambelli come skiman, è tornato quello che tutti conoscevamo. Diciamo la verità. Dopo l’era Hirscher, in cui era, è vero, eterno secondo ma sempre davanti, non lo avevamo più visto in azione con il giusto smalto, non vedevamo il suo talento esprimersi nel miglior dei modi. Invece in questa stagione è tornato a vincere in entrambe le discipline tecniche. Peccato solo per il legno olimpico, perchè il vichingo si meritava una medaglia, ma la Slovenia ha confermato i suo definitivo ritorno al vertice. Sul podio con Henrik, troviamo in seconda piazza l’austriaco Stefan Brennsteiner a 23 centesimi, mentre il vincitore del gigante di Coppa del Mondo di gigante Marco Odermatt retrocede dalla prima piazza della prima mache.

GUARDA LA CLASSIFICA DEL GIGANTE DI KRANJSKA GORA

Quarto il talento del 2000 Lucas Braathen: sempre sul pezzo lo scandinavo dal sangue brasiliano. Quinto tempo per il tedesco Alexander Schmid, sesto lo svizzero Gini Caviezel. Poi al settimo posto troviamo l’austriaco Manuel Feller, mentre ottavo l’altro giovane fuoriclasse norvegese Atle McGrath. Nono lo svizzero Loic Meillard, mentre al decimo lo sloveno Zen Kranjec e il nostro Luca De Aliprandini. Non è riuscita la rimonta al nostro Finferlo, ma la sua posizione a 1.37 dimostra comunque una stagione nel segno della regolarità. Adesso c’è ancora la finale per andare ancora più davanti In classifica c’è anche Giovanni Borsotti: termina diciannovesimo a 2.51.

De Aliprandini in azione sul Podkoren nella prima run ©Agence Zoom

 

LEGGI ANCHE

LE ULTIME NOTIZIE