Alessandro Serra ©Pez

Denigrato e umiliato. Messo in croce, scartato come un appestato. Come se le colpe del fallimento del gigante azzurro fossero tutte sue, di Alessandro ‘Capitan Futuro’ Serra. Un biennio fallimentare per la Fisi delle discipline tecniche, due anni con zero podi fra slalom e gigante, ma a pagare davvero solo il coach piemontese. Un gigante che dagli anni sfavillanti di Max Blardone e Davide Simoncelli ha trovato sulla strada solo un podio tre stagioni fa con Florian Eisath. Poi la musica è sempre stata la stessa: stonata, storpiata, senza acuti eclatanti. Certo, Serra ha commesso i suoi errori, ma alla fine ha pagato per tutti. Sarà per la sua personalità, sarà per il suo carisma. Sarà, ma intanto dopo solo un anno fine delle trasmissioni. Se gli altri tecnici sono stati rimpiazzati in federazione (Devid Salvadori responsabile in Coppa Europa con il settore maschile, Ruggero Muzzarelli allenatore in Coppa Europa donne, Daniele Simoncelli con le donne élite Coppa del Mondo, mentre Andrea Viano è andato in Svizzera), il Capitano ha lasciato la Fisi per trovare un altro campo di battaglia. Un’altra avventura per Serra insomma.

TEAM PRIVATO CON I POLACCHI JASICKZEC – Serra allenerà infatti i fratelli polacchi Michael e Andrew Jasickzec, dividendosi fra Coppa del Mondo e Coppa Europa. Nello staff con lui Jeffrey Frisch. Il gruppo di lavoro un team privato, affiliato alla federazione polacca. Intanto il primo raduno sul ghiacciaio austriaco di Hitertux. Il Capitano è tornato in battaglia. 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.