Pichler Brunner Duerr sul podio a Goestling @Salvadori

La Coppa Europa femminile prosegue a ritmo incessante e questa volta fa tappa a casa di Kathrin Zettel, a Goestling-Hockhar, land della Bassa Austria (situato in realtà a nord-est del Paese) a 150km circa da Altenmarkt, sede delle ultime gare. In gigante si impone in 2’13”01 l’attuale leader della classifica generale, fresca di top10 in Coppa del Mondo e gran talento, Stephanie Brunner, padrona di casa, già in testa a metà per soli sei centesimi nei confronti di Pichler.

METEO – In paese è caduto ben mezzo metro di neve durante la notte, motivo per cui si pensava che la gara venisse annullata. Gli organizzatori invece sono riusciti a pulire perfettamente il tracciato e grazie anche al sole alla fine la gara è risultata di alto livello, su un manto duro, con condizioni più che regolari per tutte, a parte qualche nuvola comparsa qua e là durante la prima manche (tracciata dall’austriaco Thomas, la seconda dall’italiano Dorigo).

ITALIA – Buona prova delle azzurre con Karoline Pichler seconda, a 0”59, a confermare il risultato della prima manche e dopo il primo e quarto posto di Zinal. Terza la tedesca Lena Duerr a 0”75. Quarta Hrovat, quinta Massios, sesta Vhlova, settima Haaser. Ottava, sempre brava, la seconda delle azzurre, Laura Pirovano, che si mantiene comunque costantemente tra le migliori, ma cede 68 punti alla Brunner in classifica generale (l’austriaca è prima, la trentina è seconda al momento). Poco male, potrà cercare di colmare il gap con le prove veloci, mentre domani è previsto, stesso posto, ma pista diversa, uno slalom, ancora favorevole all’austriaca. La Coppa Europa femminile si sposterà poi a Oberjoch, in Germania, per due slalom, farà quindi tappa a Chatel, in Francia, per combinata alpina (con superG) e superG singolo e poi approderà finalmente in Italia con gigante e slalom al Sestriere il 28-29 gennaio.

ITALIA – Le altre azzurre: 18esima Cillara Rossi, 30esima Nicole Agnelli, 48esima Jole Galli, 58esima Nicol Delago. Fuori nella seconda manche Roberta Midali e Roberta Melesi.