Federica Brignone al parterre di St Moritz

Tutto previsto: prime prove della discesa rinviate e successivamente cancellate, del resto sono caduti quasi 40cm di neve a St. Moritz tra domenica 5 e anche nella scorsa notte. La pista Engiadina, teatro domani del superG femminile (ore 12.00), oggi era impraticabile. Sono passati con i gatti, hanno rifatto il manto e purtroppo è andato perso quel poco di “duro” che vi era sotto. Quindi ora servirà un grande lavoro per preparare al meglio il tracciato di gara. Di sicuro non si troverà neve ghiacciata e chissà, potrebbero anche essere favoriti i primi numeri in superG, ma è ancora presto per dirlo. Oggi, lunedì 6 febbraio, non dovrebbe più nevicare, mentre le previsioni per martedì 7 sono buone.

day1_finish area
day1_finish area

PAROLA ALLE AZZURRE – «Le condizioni non erano ottimali – ci ha detto Francesca Marsaglia -. C’è tanto da pulire e speriamo che domani sia proprio un’altra pista. Niente prova? Non mi tocca minimamente, anche perché testarla in queste condizioni, senza spingere, non serve. Mi concentro su quello che dovrò fare domani». Sorridente e in fiducia Federica Brignone: «Sono qua per provarci, ci credo. Si riparte da zero, è una gara un po’ a sé stante. La pista del superG non l’ho mai fatta per intero qui a ST. Moritz, solo delle parti. Avrò sicuramente il n.1, quello che mi lasceranno le altre, ma non è un problema. Mi è piaciuto invece come hanno tracciato la discesa». Ricercatissima, anche dalle tv straniere, Sofia Goggia: «Non mi aspetto nulla, voglio solo essere pienamente me stessa al cancelletto, con grinta e cuore». Infine, ecco Elena Curtoni: «Neve a grumi, condizioni un po’ pericolose oggi, impossibile provare. Domani si scenderà un po’ alla cieca e forse è anche meglio per me…».

day1_finish area
day1_finish area