Sul ghiaccio di Bormio la rifinitura del gruppo Coppa Europa per Gurgl

BORMIO LIVE – Giovedì e venerdì anche i ragazzi della Coppa Europa faranno l’esordio stagionale con due giganti sulle nevi tirolesi di Gurgl. Intanto la formazione italiana ha scelto Bormio per la rifinitura in vista dell’opening del circuito continentale. E non solo la formazione di Alexander Prosch ed Andrea Truddaiu in Valtellina, ma anche Norvegia, Francia e Slovenia. Del resto le condizioni a Bormio 2000 sono davvero ottimali: una Stella Alpina ghiacciata a dovere il teatro per l’allenamento che si protrarrà anche domani mattina. Una preparazione della pista grazie al lavoro di SIB con il direttore tecnico della stazione Giorgio Scuri insieme agli allenatori delle diverse squadre accorse a Bormio. «Una pista esigente, una rifinitura sicuramente di alto livello. Ci aspettiamo una buona prestazione nei giganti austriaci, saremo al via con una parte della squadra B ed altri atleti a completare il contingente che è di dieci unità» ha fatto sapere l’esperto Prosch, coach responsabile del gruppo Coppa Europa che ha una struttura doppia con il team delle discipline tecniche e quello della velocità.

Sala

Infatti saranno della partita giovedì e venerdì cinque atleti della B. Stiamo parlando di Manuel Ploner, Tommaso Saccardi, Gianlorenzo Di Paolo, Tobias Kastlunger e Simon Talacci. Quindi Giulio Zuccarini delle Fiamme Oro, Hannes Zingerle dei Carabinieri e tre atleti della squadra di Coppa de Mondo ovvero Tommaso Sala, Filippo Della Vite e Alex Vinatzer.

Di Paolo

A Bormio presenti dello staff tecnico azzurro Alexander Prosch, Andrea Truddaiu, Stefano Trilli, Nicola Ferrari, Cesare Prati, Alberto Sugliano. Quindi fra i convocati a Gurgl in pista a Bormio Sala, Di Paolo, Kastlunger, Ploner, Saccardi e Zuccarini. Presente anche Riccardo Tonetti delle Fiamme Gialle, che sarà al via in Coppa del Mondo in Val d’Isere e non nel dopo appuntamento di Gurgl.

Truddaiu e Sugliano

Sulla Stella Alpina allenamenti a turni. Per gli italiani training nella prima sessione. Alle 7.30 il riscaldamento, dalle 8 alle 10 un paio di ore a tutta a girare sulle onde ghiacciate della Stella Alpina. Gigante vero, condizioni dove viene davvero fuori chi ha i numeri. Non si improvvisa nulla su questa pista e così i nostri lottano divincolandosi fra le porte larghe. Il più in palla è sembrato Kastlunger, bene anche Saccardi. Ma sempre di allenamento si tratta, seppur severo. Da giovedì si fa sul serio, parte finalmente il circuito della Coppa Europa. E dopo Gurgl, la tappa italiana con due superG a Santa Caterina Valfurva il 6 e 7 dicembre (32 atleti per il contingente italiano), quindi la parentesi svizzera a Zinal con altri due giganti il 12 e 13, poi ancora in Italia con i classici appuntamenti di slalom a Obereggen il 15 e in Val di Fassa il 16.

Zuccarini

 

Altre news

Definite le squadre del Comitato Alto Adige

Linea di continuità, dopo i cambiamenti dello scorso anno nel Comitato Alto Adige. Christian Thoma continua a ricoprire il ruolo di responsabile della sezione sci alpino; in campo inoltre Christian Polig (VSS), Thomas Valentini (Grand Prix) e Thomas Rungg...

Gardena 2029, si decide il 4 giugno. Roda: «Grande lavoro condiviso da tutto il territorio»

Il 4 giugno in Islanda a Reykjavík alle ore 18 (20 italiane) la votazione al congresso FIS  per decidere l'assegnazione dei Mondiali di sci alpino del 2029. In prima linea la nostra Val Gardena che dovrà vedersela con la...

La Fisi incontra il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

La Fisi è stata ricevuta al Quirinale dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Dopo le parole del presidente del Coni, Giovanni Malagò, l’intervento del numero della Fisi Flavio Roda: «Oggi è una giornata che rimarrà nei nostri cuori e...

L’effetto Verdú sullo sci andorrano

Ad Andorra, adesso che la squadra di calcio è in piena zona retrocessione nella Liga spagnola 2 (la nostra serie B) lo sci è a tutti gli effetti lo sport nazionale del Principato. Non che prima lo sci non...