Johnna Schnarf (@Pentaphoto)

Prima l’infortunio di Nadia Fanchini, che l’ha costretta a chiudere in anticipo la stagione; adesso la caduta di Johanna Schnarf in allenamento, a cinque giorni dal via dei Mondiali di St. Moritz 2017. Proprio non ci voleva per l‘Italia femminile, reduce fin qui da una grande annata fatta di quattordici podi quando mancano ancora quattro tappe alle fine. La sudtirolese di Valdaora non si è ancora piazzata tra le prime tre quest’anno, ma certo è reduce da un filotto notevole di piazzamenti tra le prime dieci (cinque in sei discesa, mai così continua in carriera in libera), che la rendono comunque una delle outsider di lusso per la discesa iridata del 12 febbraio.

Johanna Schnarf ©Agence Zoom
Johanna Schnarf ©Agence Zoom

SOTTO I FERRI – La F.I.S.I., Federazione Italiana Sport Invernali, ha comunicato che nella caduta di ieri in allenamento a Sarentino si è procurata una lussazione acromion-clavicolare alla spalla sinistra. Schnarf, dopo i necessari controlli medici, è stata operata alla Dolomiti Clinic di Ortisei con metodi mini-invasivi per ridurre la lussazione. Il sogno iridato non è ancora sfumato: Johanna ha sicuramente un pettorale assicurato per la discesa di domenica 12 febbraio e probabilmente anche per la combinata alpina di venerdì 10, che a questo punto non correrà, crediamo. Per essere in pista fra nove giorni, però, almeno in libera, l’azzurra dovrà per forza partecipare a una delle tre prove cronometrate, previste rispettivamente lunedì 6, mercoledì 8, giovedì 9 febbraio. Riuscirà a recuperare in tempo? Se lo meriterebbe, al culmine di una stagione per lei molto positiva e da dedicare anche al papà scomparso lo scorso ottobre. In bocca al lupo.

Johanna Schnarf in azione a LL (@Zoom agence)
Johanna Schnarf in azione a LL (@Zoom agence)

 

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.