Matteo Franzoso

Ieri abbiamo provato a fare i nomi della nuova squadra C maschile. Se Ivan Nicco è dato in uscita, il ruolo di guida spetterebbe a Simone  Stiletto, il bellunese da diverse stagioni alla guida del comitato Alpi Centrali. Tuttavia in agenda ci sarebbe anche un altro nome: Matteo Ponato delle Alpi Occidentali. Stiletto comunque pare essere sempre in pole position per assumere l’incarico di nuovo responsabile degli azzurrini. Con i sicuri innesti di Francesco Gori, Samuel Moling e Nicolò Molteni che arrivano dal Gran Premio Italia Giovani, arriverà quasi sicuramente Alex Vinatzer. Giulio Zuccarini, campione italiano Giovani di gigante, e Lorenzo Moschini confermati, il primo in Coppa Europa con Alexander Prast e Hans Vaccari? Probabile. Alberto Blengini in discussione, rischiano Michael Tedde e Federico Vietti. Nomi forti anche Giovanni Zazzaro e i velocisti Federico Tomasoni e Federico Simoni. Ma questi ultimi due, con Davide Cazzaniga (interesse nazionale?) e Nicolò Molteni potranno essere poi inseriti nella B di velocità che sarà affidata a Giuseppe Butelli sotto lo sguardo vigile di Alexander Prosch? Altra cosa probabile.

Alex Vinatzer
Alex Vinatzer

QUELLA CARTA SULLO SLALOM – Tuttavia sul tavolo dei Comitati c’è una lettera del consiglio federale FISI arrivata a stagione inoltrata che parla di inserire in squadra tre slalomisti che si sono distinti fuori dalla classifica del Gran Premio Italia e nati nel 1998, 1999 e 2000. Se Vinatzer c’è, in prima fila ecco sicuramente l’AOC Matteo Franzoso, oro in slalom ai Campionati Italiani Aspiranti (quattro medaglie in totale e due ori alla rassegna tricolore), quindi altri nomi importanti potrebbero essere Fabiano Canclini AC, o se guardiamo i 2000 Riccardo Allegrini del Lazio-Sardegna e Francesco Colombi AOC. Ma a questo punto, Francesco Sorio che fino all’ultima gara si è giocato la standing GPI di slalom? Stai a vedere che del ’97 ora sei vecchio… Chiedetelo a Patrick Thaler a 38 anni nei dieci in Coppa del Mondo!

Matteo Franzoso
Matteo Franzoso

2 COMMENTI

  1. Direzione sbagliatissima prendere atleti così giovani in squadra. Vengono presi in squadra per poi fargli rifare lo stesso circuito gpi dell’anno prima. La fisi dovrebbe prendere gli atleti dalla base e portarli in un circuito di gare e preparazione superiori non prenderli e poi bollirli nello stesso circuito da cui provengono. Ma mi chiedo il consiglio feferale si rende conto che la carriera di un atleta va avanti fino a 35 anni al giorno d’oggi?? Li prendevano a sedici anni negli anni 80 quando la carriera finiva a 25 anni…ora cosa facciamo teniamo in squadra un atleta per 20 anni? Quando se va tutto bene esordisce in coppa del mo do a 25??!!

  2. Mi chiedo come mai Kastlunger secondo al mondo in gs della sua età quinto in ITA in sl e Hoffer secondo in sl e terzo in gs della sua età in italia, così come Baruffaldi nei primi cinque in Ita della sua età sia in sl che in gs non vengono proposti o messi in evidenza. Forse perché di comitati già accasati?
    mi domando se vedete un 2000 così promettente da meritare la nazionale?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.