Plateau Rosà ©Race Ski Magazine

Il progetto per organizzare, a partire dalla stagione 2023/2024, una gara di Coppa del Mondo tra la Svizzera e l’Italia va avanti. E va spedito. Dopo l’ufficializzazione da parte di Swiss Ski e Fisi dell’inedito opening della velocità, Markus Waldner ci aveva spiegato che cos’è necessario fare prima di arrivare all’inserimento in un calendario. «Lavori nella parte bassa del Ventina, dove dovrebbero sorgere due salti – spiegava -. Lì andrà lavorato il terreno e allargato la pista». Amministrazione comunale e regionale hanno avviato gli iter burocratici e nei giorni scorsi la Regione Autonoma Valle d’Aosta ha già dato il via libera alla realizzazione della pista da sci 7bis a Cervinia. Dunque si va avanti spediti, anche perché nella stagione 2022/2023 dovrebbero svolgersi i test event con gare di Coppa Europa, una prassi prima di ospitare il massimo circuito mondiale.

«Il Governo ha autorizzato la realizzazione, da parte della società Cervino S.p.A., della nuova pista da sci n. 7bis, in considerazione delle dichiarazioni del Comune di Valtournenche e sulla base dello specifico studio sulla compatibilità dell’intervento con lo stato di dissesto esistente e sulla verifica dell’adeguatezza delle condizioni di sicurezza in atto, compatibilmente e fatto salvo il rispetto della restante normativa nazionale e regionale in materia di tutela ambientale e territoriale – si legge in una nota regionale -. La realizzazione della nuova pista n. 7bis costituisce un rilevante elemento di sviluppo dal punto di vista economico e sociale, in quanto ampliando la superficie sciabile va a migliorare il flusso turistico, agevolando anche l’organizzazione di gare di Coppa del Mondo di sci alpino».