Soldeu, nello slalom degli addii vince Shiffrin

Numeri e recuperi. Mikaela Shiffrin questa volta non ha mostrato la sua sciata bella e precisa, ma poco importa. Ha lottato, è stata dentro in tutti i modi e si è presa la 59a vittoria della carriera, la 16a di questa stagione. Un’altra marcia per l’americana che ha chiuso in 1’48″15, precedendo di 7/100 Wendy Holdener che non è riuscita a mantenere la leadership della prima manche. Terzo gradino del podio per Petra Vlhova che ha sciato meglio rispetto alla prima manche. Per lei un ritardo di 1″20. Quarto posto per la svedese Anna Swenn Larsson e quinto per Frida Hansdotter.

Irene Curtoni recupera due posizioni e chiude dodicesima una stagione davvero difficile per i suoi continui problemi di salute. Per la valtellinese un ritardo di 6″49 dalla vetta. La coppa di slalom va ovviamente a Mikaela Shiffrin che ha dominato. 

HANSDOTTER, L’ULTIMO SLALOM NON È UNA PASSERELLA – La campionessa olimpica in carica di slalom ha deciso di ritirarsi, annunciandolo sui social da settimane. A Soldeu niente passerella finale, ma una gara tirata a tutta per chiudere in bellezza. Ha corso con una tuta rosa, ha tagliato il traguardo con il semaforo verde e ha alzato le braccia per salutare il pubblico e chi l’ha sostenuta in questi anni. Ma forse la passerella arriverà domani in gigante…

RITIRO A SORPRESA DI COSTAZZA – Chiara Costazza è uscita nella prima manche e a sorpresa ha annunciato il ritiro. «Sono arrivato a un punto in cui non riuscivo a fare quel qualcosa in più. Sicuramente la mia decisione è stata dovuta anche a questo. Entrare tra le prime dieci è un bel risultato, ma quando sai cosa vuol dire essere davanti, è quasi un accontentarsi. Ho visto che sono arrivata a un limite: più di così non riuscivo a fare, magari di testa ho patito l’ultimo periodo e dopo l’infortunio non sono stata la stessa. Ma sono stata fortunata ad arrivare fin qui, ho sciato tanto nella mia vita, ringrazio chi mi ha dato l’opportunità». 

Altre news

Flavio Roda nominato vice presidente della Fis

Prima riunione a Zurigo del nuovo Consiglio della Fis. Il presidente della Fisi, Flavio Roda, rieletto in consiglio con il maggior numero di consensi (114), è stato nominato vice presidente, insieme al ceco Roman Kumpost, al giapponese Aki Murasato...

Trentino, nello staff arrivano Menegalli e Ferrari

l settore sci alpino del Comitato Trentino della Fisi ha un nuovo staff tecnico per la stagione sportiva 2022/2023. Il riconfermatissimo direttore tecnico Matteo Guadagnini, con una rilevante esperienza internazionale, ha creato un nuovo gruppo di lavoro con allenatori...

Innerhofer ad agosto sugli sci. Intanto bici e atletica

Fra i vari big degli sporti invernali al via della 35a edizione della Maratona Dles Dolomites c'era anche Christof Innerhofer. Classe ''84, altoatesino di Gais, si è cimentato nel percorso medio di 106 chilometri e 3000 metri di dislivello....

A luglio tempo di elezioni anche in AOC e FVG

Dopo Alto Adige, Trentino, Liguria e Asiva, altri due comitati hanno fissato le date delle assemblee elettive. Sarà proprio il Comitato Alpi Occidentali ad aprire la tornata elettiva, visto che l’appuntamento sarà il 22 luglio nella Sala Convegni Coni a...