Sölden, l’ esperienza del Racing Team Via Lattea in allenamento

Il Racing Team Via Lattea ha scelto per la trasferta dei Santi una località tutt’altro che scontata: dieci atleti delle categorie Children e Giovani guidati da tre allenatori hanno sciato a Soelden, con un obiettivo ben definito: «adattamento». Cinque giorni non solo fra gigante e slalom, ma anche in campo libero sulla Rettenbach, il teatro dell’opening di Coppa del Mondo, e in neve fresca quando il meteo non ha consentito di tracciare.

Fa sapere il dt Federico Costantini: «Era importante che i ragazzi provassero nuove sensazioni, nuovi pendii e una neve diversa dal solito. Abbiamo trovato condizioni invernali, con neve appena caduta, che subito ha creato un po’ di perplessità nei giovani atleti abituati a sciare su superfici di marmo. Cosa facile da comprendere se si pensa che queste generazioni hanno imparato a sciare sulla neve artificiale. E’ bastato qualche giro, per capire e adattare la loro sciata alla nuova situazione. Qualcuno poi si è emozionato a scendere giù dalla Rettenbach.Qualcuno invece si è ricordato che sciare non significa esclusivamente far pali, nonostante il calendario gare richiede una dedizione notevole. Abbiamo allenato la proprocettività e lavorato molto sulle sensazioni individuali. Ora pensiamo a completare la preparazione in previsione delle gare».

Altre news

Sci, skialp, curling, snowboard: di tutto a Cortina

Otto grandi eventi sportivi internazionali, 5 diverse discipline della neve e del ghiaccio per un totale di 12 gare. Cortina sarà la località invernale che ospiterà il maggior numero di eventi di Coppa del Mondo in una sola stagione,...

Con un docufilm e la nuova Maglia Fulmine, la 3Tre numero 70 è pronta a partire

La sede Ferrari Trento è diventata teatro per una notte per l’anteprima assoluta di 3Tre Madonna di Campiglio – The Night Slalom, il docufilm prodotto dal Comitato 3Tre con la regia di Antonio Pacor proprio in occasione del traguardo...

Elena Curtoni costretta a fermarsi dopo la caduta in superG

Era tornata sci ai piedi al traguardo, dopo la caduta nel superG, ma gli esami alla Gut Klinic di St. Moritz, eseguiti sotto la supervisione della Commissione Medica Fisi, hanno evidenziato per Elena Curtoni una frattura ossea composta dell’osso...

Sofia Goggia: «Ho fatto velocità nei punti giusti»

Sofia Goggia inizia con il piede giusto la stagione della velocità. «Il superG di St. Moritz, anche in condizioni perfette, non è mai semplice. Oggi bisognava mettere la velocità nei tratti giusti e credo di averlo fatto. Sono partita...