Skidome Selvino: i lavori dal prossimo inverno?

Regione Lombardia ha espresso considerazione e appoggio

Un segnale della politica positivo nel senso dell’efficacia e dell’efficienza? Ebbene si, anche se è strano di questi tempi: stiamo parlando delle dichiarazioni del presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni in merito allo skidome che Neveland è in procinto di costruire nella bergamasca a Selvino.

MARONI ENTUSIASTA DELL’INIZIATIVA – Maroni infatti ha dichiarato durante un incontro in cui erano presenti fra gli altri  Willy Nardelli, azionista di maggioranza di Neveland la società privata costruttrice ed il Sindaco di Selvino e presidente del Comitato Alpi Centrali Carmelo Ghilardi: «C’è un totale sostegno a questa iniziativa imprenditoriale, la Regione si impegnerà a dare i via libera necessari dal punto di vista burocratico ed amministrativo. Nei prossimi giorni mi recherò proprio in Val Seriana a vedere l’area su cui nascerà questo innovativo progetto, il primo in Italia». Già la precedente amministrazione regionale Formigoni aveva nel 2010 avviato i rapporti con i privati, ma di quell’ accordo di programma e di addirittura 20% di finanziamento a fondo perduto non se ne è saputo più nulla. E adesso? Fidarsi è bene ma non fidarsi è meglio, direbbe un detto che calza a puntino con la politica italiana e regionale, ma sembra che adesso ci sia tutta la volontà affinchè la Giunta Maroni appoggi il progetto e si impegni a fare da garante politico sul territorio e perchè no a studiare formule di finanziamento anche di tipo europeo.

600 METRI CON 140 DI DISLIVELLO– E cosa dice Neveland? Ecco Willy Nardelli: «Speriamo di poter partire. Quando? Forse a fine inverno 2014, forse a primavera. Sarà una grande struttura, con una pista di 600 metri e 140 di dislivello, addirittura idonea per uno slalom di Coppa del Mondo femminile. E poi è tutto il contorno che è da considerare, come l’unica parete di ghiaccio indoor, i parchi annessi alla struttura per il nordic walking, con la palestra di acrobatica e percorsi di mountain bike. Insomma, un grande impianto indoor per lo sci agonistico e lo sci in generale, ma con tante altre opportunità». Adesso aspettiamo allora la VAS (Valutazione Ambientale Strategica) e il suo iter che sembra oggi in via se non di ultimazione, almeno ripartito con decisione e soprattutto con volontà politica…

Altre news

Definite le squadre del Comitato Alto Adige

Linea di continuità, dopo i cambiamenti dello scorso anno nel Comitato Alto Adige. Christian Thoma continua a ricoprire il ruolo di responsabile della sezione sci alpino; in campo inoltre Christian Polig (VSS), Thomas Valentini (Grand Prix) e Thomas Rungg...

Gardena 2029, si decide il 4 giugno. Roda: «Grande lavoro condiviso da tutto il territorio»

Il 4 giugno in Islanda a Reykjavík alle ore 18 (20 italiane) la votazione al congresso FIS  per decidere l'assegnazione dei Mondiali di sci alpino del 2029. In prima linea la nostra Val Gardena che dovrà vedersela con la...

La Fisi incontra il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

La Fisi è stata ricevuta al Quirinale dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Dopo le parole del presidente del Coni, Giovanni Malagò, l’intervento del numero della Fisi Flavio Roda: «Oggi è una giornata che rimarrà nei nostri cuori e...

L’effetto Verdú sullo sci andorrano

Ad Andorra, adesso che la squadra di calcio è in piena zona retrocessione nella Liga spagnola 2 (la nostra serie B) lo sci è a tutti gli effetti lo sport nazionale del Principato. Non che prima lo sci non...