Federica Brignone ©Agence Zoom

I Mondiali di Cortina d’Ampezzo partono sotto una fitta nevicata che nel pomeriggio si è anche trasformata in una pioggia consistente. Già in mattinata l’organizzazione, in accordo con Fis, ha deciso di cambiare il programma della combinata alpina femminile, anticipando la manche dello slalom alle 11 e inserendo il superG alle 14.30. In mattinata, domani, ancora leggere precipitazioni: nelle prossime 24 ore sono attesi dai 5 ai 15 centimetri di neve, con temperature in calo. 

L’Italia ha scelto il quartetto per la prima gara iridata. Al via ci saranno Federica Brignone, vincitrice della coppa di specialità lo scorso anno, Marta Bassino, Elena Curtoni e Francesca Marsaglia. Per l’Italia è subito una grande occasione di medaglia, in modo particolare con la valdostana Brignone e la cuneese Bassino. «Sto sciando abbastanza bene in slalom – racconta Brignone -. Cercherò di dare il massimo perché solo così potrò trarre qualche risultato, domani servirà essere fortissimi in slalom e in superG. Favorita? I Mondiali sono una gara secca, quello che è successo prima non serve». Bassino: «Sto molto bene, certo che arrivare così vicino ai Mondiali un po’ di emozioni e di tensione sale. Però resto tranquilla, il gigante è la gara alla quale tengo di più».

Elena Curtoni, alla quinta partecipazione a una rassegna iridata, punta a fare grandi cose: «Arrivo a Cortina nel pieno della maturità agonistica – racconta -. Punto a grandi obiettivi. È motivo di grande orgoglio disputare un Mondiale sulle piste di casa, il grande rammarico è la mancanza del pubblico, ci mancherà sicuramente. Noi saremo pronte a dare tutto, io mi sento a posto, in stagione sono già riuscita a salire sul podio a Crans Montana e questo mi ha dato grande fiducia nei mezzi». Francesca Marsaglia sfrutterà questa gara per preparare nel migliore dei modi il superG di martedì. «La combinata è un punto interrogativo perché quest’anno sono state tolte dal calendario di Coppa del mondo a causa della situazione legata al Covid e il mio allenamento in slalom non è stato tantissimo, essendomi concentrata soprattutto sulla velocità. Però è un format che ho affrontato con grande impegno nella mia carriera e rappresenta un test importante in vista del superG, visto che è stata annullata la sciata in pista». 

La combinata alpina femminile verrà aperta dalla svizzera Wendy Holdener, a seguire Ester Ledecka e Ramona Siebenhofer. Pettorale 4 per Marta Bassino, 7 per Federica Brignone, 9 Elena Curtoni e 32 Francesca Marsaglia. Con i 23 e il 24 Petra Vlhova e Mikaela Shiffrin, che partiranno in slalom con una pista leggermente più segnata rispetto alle primissime. Sono 34 le atlete iscritte alla prima gara.