Si va verso lo slalom in tre manches

La proposta e' stata discussa ieri al Congresso FIS di Barcellona

Uno slalom in tre manches? Perché no. È infatti un’ipotesi già ben avviata della quale si è parlato ieri nell’executive board dello sci alpino al Congresso FIS di Barcellona. A riportare le indiscrezioni il quotidiano francese Le Dauphiné. 

IL FORMAT – L’idea è quella di disputare una manche di qualifica, una semifinale per 15 sciatori e una finale. Naturalmente questo format, pensato per rendere più attraente e spettacolare lo sci per i i palinsesti tv, verrebbe applicato solo ad alcuni eventi, a inizio e fine stagione, e non alle grandi classiche di Kitz, Wengen, Schladming e Adelboden. La seconda e la terza manche verrebbero disputate una dietro l’altra, nello spazio di tempo che di solito è occupato dalla seconda manche con la possibilità per le tv di trasmettere anche la manche di qualifica. Rimangono da discutere diverse variabili come il cambio o no di tracciato tra semifinale e finale, inversione, numero di ricognizioni.

TEST A LEVI – Il progetto dovrà essere approvato nel meeting autunnale della FIS e il primo test potrebbe essere effettuato a novembre a Levi. Sarà il primo segno di rinnovamento per uno sport che negli ultimi anni ha proposto poche novità e con dubbio successo? 

Altre news

Fondazione Cortina incontra Atomic al quartier generale di Altenmarkt

Mancano diversi mesi al via della stagione invernale 2024-25 la quale, per il terzo "inverno" consecutivo (e fino al 2026), vedrà Atomic, il Brand leader a livello mondiale nel mondo dello sci, e Fondazione Cortina, l’Ente organizzatore dei grandi...

L’italiano Andrea Nonnato nuovo preparatore di Vlhová

Cambia il preparatore atletico di Petra Vlhová, che resta però legata all’Italia. Ha lasciato Marco Porta ed è entrato Andrea Nonnato. Il tecnico ha lavorato a Liptovský Mikuláš nelle ultime settimane, seguendo Petra nel suo ritorno ad alto livello dopo...

Addio a Piermario Calcamuggi

Addio a Piermario Calcamuggi. È morto ieri a Torino, dov'era ricoverato a seguito di un intervento chirurgico. Aveva 77 anni. Dopo l’intervento era stato in grado di parlare con la moglie Ita e con i figli, Matteo ed Elisa,...

Sofia Goggia, buone sensazioni sulla neve allo Stelvio: «Mi sento molto bene, sempre meglio»

Il ritorno di Sofia Goggia passa da Bormio e dal ghiacciaio del Passo dello Stelvio. A cinque mesi dall’infortunio, la bergamasca, dopo una prima uscita in pista alcune settimane fa, è tornata in ghiacciaio da venerdì per un altro...