Serra: 'Tonetti in Coppa del Mondo scelta strategica'

«Tonetti parte più avanti e se si qualifica fa un altro posto per l'Italia»

Come per Zagabria sembra tornare in voga il tormentone? Il settimo slalomista sarà Riccardo Tonetti o Giordano Ronci? Le convocazioni parlano chiaro: a Kranjska Gora gareggia ‘Ricky’, ma ‘Giordà’ ha fatto ottimo sesto oggi. Domani lo slalom varrà come selezione? Alessandro Serra, responsabile del gruppo Coppa Europa, spiega la motivazione della convocazione di Tonetti.

SCELTA STRATEGICA – «Le scelte spesso sono strategiche. E’ vero, Ronci oggi è andato meglio, ma comunque la decisione è stata fatta per un’altra motivazione. E’ l’ultimo slalom quello sloveno, così Tonetti parte oggi a ridosso dei primi 30 ed è più avvantaggiato visto che Ronci è intorno alla sessantesima posizione. Per la squadra nazionale azzurra è fondamentale una qualifica per Tonetti: infatti ‘Ricky’ farebbe il posto per l’anno prossimo, così in teoria Tonetti e Ronci avrebbero non dico il posto assicurato, ma più possibilità di gareggiare in coabitazione. Mi spiego meglio. Ogni nazione ha un posto in Coppa del Mondo per ogni atleta che ha nei 60, a cui di diritto si aggiunge un posto. Oggi ci sono sei atleti ossia Moelgg, Razzoli, Gross, Deville, Thaler, Nani più uno di diritto, quindi 7. Se entrasse anche Tonetti, e tutto ciò può succedere con una qualifica, ci sarebbe un posto in più per il contingente italiano per il prossimo inverno».

Segui il nostro canale telegram per ricevere subito tutti gli aggiornamenti di raceskimagazine.it. Clicca qui e unisciti alla community.

Altre news