Pila Live – Le dichiarazioni del campione italiano Giovani di GS

«Sono davvero contento, questo risultato, questo titolo, sono frutto di un grande lavoro iniziato la scorsa primavera. Per questo voglio ringraziare i miei tecnici della squadra azzurra, ovvero Ivan Nicco e ‘Nello’ Vicenzi. Il lavoro paga. Abbiamo indirizzato la preparazione anche puntando sul ‘facile’, a sciare sul non eccessivamente duro. I risultati si vedono». E’ un Simon Maurberger riflessivo ma allo stesso tempo felice quello che abbiamo incontrato al termine del gigante tricolore Giovani di Pila. Abbraccia gli azzurrini, ringrazia i tecnici, fa festa anche con gli ex compagni del Comitato Alto Adige. Simon stupisce per la semplicità di esposizione dei suoi concetti, per la schiettezza e anche l’umiltà. Questo ventenne vuole arrivare lontano e sa che questi non sono traguardi definitivi, sebbene successi molto importanti.

UMILTA’ E DETERMINAZIONE – Continua così l’altoatesino: «La stagione è senza dubbio positiva. L’anno scorso ho preso le misure in Coppa Europa, adesso nel circuito continentale stanno arrivando le prime soddisfazioni. Ma la strada per arrivare fra i grandi è lunga, queste belle gare in Coppa Europa e la medaglia d’oro di oggi nel gigante degli Italiani Giovani sono solo l’inizio». L’inzio è vero Simon, ma aggiungiamo noi, un grande inizio!