In Senales la riconferma Istruttori: domani il verdetto. Ecco i 150 in esame

E dopo la selezione al Master Istruttori che ha ammesso 7 pretendenti al corso 2018, ecco sul ghiacciaio della Val Senales la riconferma degli Istruttori in essere. E sono 150 quelli che si sono presentati in questo angolo di Alto Adige per quattro prove decisive per la riconferma. Ricordiamo che la riconferma è triennale e chi dal cinquantaduesimo anno non fosse riconfermato, arriverà alla scadenza naturale dei cinquantotto anni svolgendo solo delle fasi di aggiornamento maestri e partecipazione come membri di commissione esame. Niente insomma formazione e ruolo di dimostratore. Chi invece sotto i cinquantadue anni non verrà riconfermato, non sarà più Istruttore nazionale di sci alpino. Chi non passerà la riconferma in Senales, si potrà comunque appellare alle prove di novembre. Chi invece non sarà presente in questa tre giorni altoatesina ma sarà bocciato in autunno, non avrà recuperi a disposizione. Ieri mattina nebbia in Val Senales ed è stata fatta solo la prova del corto raggio, domani ci dovrebbe essere invece esclusivamente quella dell’arco medio. Venerdì tutti in pista ancora, a differenza del programma originario: gli Istruttori si cimenteranno nelle prove finali di parallelo e serpentina. Fra i tanti big al via ci sono Giorgio Rocca, Massimiliano BlardoneDavide Simoncelli e per fare qualche nome del grande sci. Ma il palcoscenico è ricco per davvero.

Giorgio Rocca

Ma ecco i 150 in esame (d dopo il cognome indica le donne):

Agazzi, Alberti, Alessi, Alfieri d, Ampferthaler, Arfino, Armari, Audisio, Baldini, Barotti, Belingheri, Bertoncello, Bettega d, Bettineschi, Bieler, Biolchini, Bisicchia d, Blanc, Blardone, Blengini, Bonelli, Borio, Bormolini, Borsatti, Borsotti d, Boselli, Bosio, Bragadina, Brivio, Bulanti, Busca, Carratù d, Carrozza, Casario, Castellano, Catturani, Ceccarelli, Ceccarelli d, Cerise, Cigolla d, Cipriani, Colturi, Compagnoni, Coppola, Dal Pozzo, Davare, De Crignis, Debertolis, Deflorian, Demetz, Demetz d, Dorigo, Eydallin, Facchinelli, Fantino, Feller, Ferrarini, Ferretti, Fontana, Fontanive, Fossati, Gandini d, Gerardini, Gerolimetto d, Gheser, Gianesini d, Girardi, Iezza, Joris, Kastlunger, Kirchler, La Magna, Larese Gortigo, Locatelli, Longhi, Longhini d, Lorenzoni, Magnani, Magri, Mammarella, Marchisio, Marsaglia, Matuella, Menapace, Milani d, Moling, Moretti, Moriconi, Nana, Nosenzo, Paci, Paganini, Paris, Pastore, Pedretti, Perathoner, Perathoner, Pescollderungg, Pizzini, Plancker, Plazzotta, Ponato d, Pramotton, Praz, Prin, Prosch, Raffeiner d, Redolfi, Rigamonti, Riva, Roberto, Rocca, Rosatti, Sansone, Santus d, Savoldelli, Schieppati, Schranzhofer, Schrott d, Seghi d, Senoner d, Seppi, Sibille, Sichi, Simoncelli, Simoncelli, Slaifer Ziller, Sorio, Spechenhauser, Stampa, Tacchin, Tagliabue d, Tagliabue, Thaler, Thaler, Tiezza, Tiezza, Traini, Trilli, Vavassori, Veluscek, Vicquery, Vitalini, Vottero, Vuerich, Zardini, Zemmer, Zerman d, Zorzi, Zucchelli.

Posa la commissione con Berthod della selezione di Livigno ©Gabriele Pezzaglia

LA COMMISSIONE – La commissione è formata da Alessandro Fattori, Gianluca Grigoletto, Giuseppe Alborghetti, Devid Salvadori, Andrea Bianco, Sabina Matheud. Riserve Luca Liore e Daniele Simoncelli. Gli Istruttori e il direttore tecnico Giacomo Bisconti non saranno valutati in questa occasione. 

 

Altre news

Ecco i 18 nuovi istruttori nazionali. C’è anche Nadia Fanchini

A Livigno, dopo 25 giorni di corso totali e in seguito ad un anno dall'esame di selezione, si sono svolti gli esami finali per i nuovi pretendenti istruttori nazionali di sci alpino. Sono 18 e fra questi c'è anche...

Gardena, successo per il Fis Speed Camp

Successo per il secondo Speed Camp in Val Gardena organizzato nella ski area Plan De Gralba sulla pista Piz Sella dal Saslong Classic Club, la realtà presieduta da Rainer Senoner che organizza la Coppa del Mondo maschile di velocità...

Lancia Torino, Croce: «Dopo Gulli, Cecere in azzurro. Nella categoria Giovani i risultati che contano»

In punta di piedi, senza strafare, senza dominare le circoscrizioni. Ma con metodo, quello della chiarezza delle priorità, quello dello step by step, quello del non fare proclami di guerra. E soprattutto il metodo dei fatti. Ecco lo Sci...

Il Tar dà ragione a Roda sulle elezioni: «Riconosciuto che operiamo nella piena legittimità»

Il Tar del Lazio, con sentenza n. 7101/2024, ha rigettato i ricorsi presentati da Stefano Maldifassi avverso la candidatura di Flavio Roda e gli esiti della assemblea che lo ha rieletto Presidente nel 2022. Il TAR ha giudicato i...