©Carlo Spaliviero

Nella discesa libera di Sella Nevea, valida per la Coppa Europa, si è imposto il francese Victor Schuller, che ha confermato di aver trovato un feeling invidiabile con l’ostico pendio del Monte Canin. Il transalpino, classe 1995, ha fatto la differenza nella seconda parte del tracciato pennellandolo e tagliando poi il traguardo con il crono di 1’04”79. La competizione è stata serrata e con distacchi minimi. Infatti alle spalle del nativo di Colmar si è piazzato, a 11 centesimi, lo svizzero Ralph Weber, che a sua volta ha preceduto di un solo centesimo lo svedese Olle Sundin. Ai piedi del podio si è accomodato l’austriaco Julian Schuetter, che ha chiuso la sua fatica a soli sei centesimi dal bronzo, mentre il suo connazionale Maximilian Lahnsteiner, leader della classifica generale di Coppa Europa, ha concluso in ottava piazza. «Sono molto soddisfatto della prestazione odierna e soprattutto del lavoro di tutta la tre giorni, che mi ha portato a migliorare giro dopo giro. Proverò a confermarmi anche domani» ha raccontato Schuller.

In casa Italia, il migliore è stato Nicolò Molteni, non particolarmente soddisfatto della sua dodicesima posizione finale: «Ho pasticciato su una serie di curvoni e così non sono riuscito a entrare nella top five. I margini per far meglio ci sono e vedrò di dimostrarlo già domani». Gli altri azzurri: 25° Pietro Zazzi, 29° Federico Paini, 40° Tobias Knollseisen, 48° Luca Resinelli, 49° Matteo Pradal, 52° Andrea Maddii, 56° Simon Talacci, 57° Benjamin Alliod, 58° Davide Filippi, 59° Federico Scussel, 64° Maximilian Ranzi, 65° Gian Maria Illariuzzi, 66° Riccardo Allegrini, 67° Federico Simoni, 68° Lorenzo Ciolina, 69° Enrico Giacomelli, 70° Jacopo Antonioli e 71° Alberto Claudani.