Corsi e ricorsi storici, c’è chi va e c’è chi viene, le situazioni insomma cambiano. Lo sci club Lecco, presieduto da Arturo Montanelli, punta ad un rilancio della categoria Giovani. E lo fa non solo dalla dozzina di atleti presenti, fra i quali citiamo l’Aspirante al primo anno Andrea Bertoldini che guida la nuova pattuglia, ma anche mirando alle categorie Pulcini e Children. Archiviata l’era dei Cazzaniga, dei Sala e dei Molteni (che si allenano ancora con la compagine lombarda a dire la verità essendo legatissimi a Carlo Riva e Pier Dei Cas, ma ora sono in azzurro), delle Nobis, delle Smaldore e delle Medetti, ma anche dei Tentori, dei Codega, dei Furli e dei Rigamonti (e di tanti altri ancora), si punta alle categorie ‘sotto’ per ripartire creando una nuova base sempre più solida. I numeri ci sono eccome, ma davvero importante è il movimento Pulcini e Children.

IL PUNTO DI BRIVIO – Ci fa sapere lo storico consigliere Pietro Brivio, che negli anni ha fatto del gruppo Giovabi&Senior lecchese un esempio per organizzazione e risultati: «Lo sci club Lecco è stato ed è protagonista con i suoi ragazzi nei circuiti dove si cimenta. Certo, abbiamo fatto qualche passo indietro nella standing Fisi dell’attività giovanile, ma dopo tanti anni a primeggiare un cambiamento ci può stare. Noi tuttavia non siamo abituati a fermarci e ci siamo detti con il nuovo consiglio direttivo eletto un anno fa di ripartire anche con un occhio di riguardo ai progetti dei più piccoli, alle categorie Pulcini e Children coordinate da Vincenzo Tondale. Per quanto riguarda l’assetto del club, il Lecco affida ad alcuni consiglieri la delega sulle diverse categorie. Alla parte tecnica dello sci club, c’è quella amministrativa, fianziaria e istituzionale rappresentata dai consiglieri referenti di ogni categoria. Il sottoscritto per i Giovani, poi per i Children Gigi Bianchi e Michele Milani, per i Pulcini Damir De Monaco e per lo Ski&Fun Luca Spreafico. Quest’ultimo fa anche la parte di coordinatore sul campo».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.