Race Future Club, Luca Loranzi

Una stagione a suon di risultati per Luca Loranzi, classe 2007, trentino della Val Rendena, portacolori dello Sporting Campiglio, e così è arrivata la chiamata per il Race Future Club. «Una bella esperienza, per la presenza dei tecnici azzurri, e anche perché siamo un gruppo, molto affiatato, di amici che dopo la stagione delle gare si è ritrovata per un allenamento insieme».

Titolo italiano in slalom, è un po’ questa la specialità della casa?
«Quest’anno sono partito forte in slalom e sono riuscito a mantenere un livello alto, in gigante non ho iniziato nel modo migliore, ma sono riuscito comunque a crescere durante la stagione».

Adesso si passa tra i Giovani.
«Dovrei entrare nella squadra del Comitato, pur rimanendo nello Sporting Campiglio: sarà un po’ complicata all’inizio partendo da NC, ma vista e sentita l’esperienza dei miei compagni di club credo che sia ancora più divertente. C’è un po’ l’incognita della velocità, ma cercherò di migliorare anche in queste discipline».

Ti aspettavi questo percorso?
«Nella mia famiglia la sci è una grande passione, che sia fondo o sci alpino. Ha iniziato mia sorella e ho voluto fare lo stesso, prima con lo sci club Bolbeno, poi con lo Sporting dal primo anno Baby. Dall’ingresso nei Ragazzi ho iniziato a lavorare sempre un po’ di più, ho toccato con mano i progressi, ma onestamente non immaginavo di raccogliere tutti questi risultati».

Con la scuola?
«Visto l’impegno agonistico, mi sono iscritto al Liceo Scientifico di Bolzano che ha un indirizzo sportivo, dedicato a tutte le discipline, non solo allo sci. È ben strutturato per le nostre esigenze, ci permette di seguire e studiare in DAD, quando siamo impegnati tra gare e allenamenti, per essere in presenza in occasione delle verifiche».

Insomma hai puntato molto sullo sci, ma riesci a staccare dalla neve?
«Beh, appena posso vado a girare in moto, nella pista da cross».

Altre news

Definite le squadre del Comitato Alto Adige

Linea di continuità, dopo i cambiamenti dello scorso anno nel Comitato Alto Adige. Christian Thoma continua a ricoprire il ruolo di responsabile della sezione sci alpino; in campo inoltre Christian Polig (VSS), Thomas Valentini (Grand Prix) e Thomas Rungg...

Gardena 2029, si decide il 4 giugno. Roda: «Grande lavoro condiviso da tutto il territorio»

Il 4 giugno in Islanda a Reykjavík alle ore 18 (20 italiane) la votazione al congresso FIS  per decidere l'assegnazione dei Mondiali di sci alpino del 2029. In prima linea la nostra Val Gardena che dovrà vedersela con la...

La Fisi incontra il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

La Fisi è stata ricevuta al Quirinale dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Dopo le parole del presidente del Coni, Giovanni Malagò, l’intervento del numero della Fisi Flavio Roda: «Oggi è una giornata che rimarrà nei nostri cuori e...

L’effetto Verdú sullo sci andorrano

Ad Andorra, adesso che la squadra di calcio è in piena zona retrocessione nella Liga spagnola 2 (la nostra serie B) lo sci è a tutti gli effetti lo sport nazionale del Principato. Non che prima lo sci non...