Un primo piano di Karoline Pichler @FISI/Pentaphoto

Sempre schietta e sincera, Karoline Pichler analizza la sua prima parte di stagione, positiva in Coppa Europa, non in Coppa del Mondo, dove in gigante non è ancora riuscita a qualificarsi una volta per la seconda manche.

PAROLA A KARO – «Sono in forma già da novembre, in allenamento vado forte – ci dice dall’Austria -, ma in Coppa del Mondo non gira. E non so perché, probabilmente è tutta questione di testa. A volte voglio strafare, ma non sono ancora riuscita a sciare come so. L’ho fatto in parte solo a Soelden e Lienz, dove poi non ho terminato la manche. Nelle altre gare invece ho sciato proprio male. E’ un mistero, ma continuo a insistere e prima o poi arriverà un risultato anche lì. Il fatto strano è che io sono sempre stata atleta da gara e non da allenamento. Non mi è mai capitato di andare meglio nel training rispetto a quando… conta davvero. Sono contenta invece per il podio di oggi in Coppa Europa, un bel risultato dà sempre fiducia anche se potevo fare decisamente meglio ed essere più vicina alla Brunner». Coraggio Karoline, arriverà il tuo momento anche nel circuito maggiore.