Dopo cinque anni fuori squadra e a mezzo servizio con il gruppo sportivo Carabinieri, Antonio Fantino ha detto basta. Il ’91 cuneese lascia l’attività agonistica e dice addio al mondo delle gare. Grande talento da Children dove ha vinto tutto, approdato nella categoria Giovani pronto a spaccare il mondo. Poi la squadra nazionale giovanile e purtroppo mille infortuni che hanno frenato la sua ascesa. Ma Fantino non ha mollato. Un guerriero mai domo, a combattere per riemergere contro un sistema che osteggia i Senior e in maniera ancora miope e stolta non ha ancora capito che l’età è solo uno stato mentale, un numero, uno statistica. Fantino ci ha sempre creduto. Per questo ecco il nostro applauso. Lo avete lasciato solo, nel dimenticatoio. Vi faceva comodo da piccolino quando vinceva i circuiti e ammazzava le gare. Ma poi, da atleta autentico non lo avete mai considerato. Ci sta, il sistema va così. Ora che ci sono le elezioni FISI tutti si riempiono la bocca di nozioni e contenuti, nessuno ha capito il valore effettivo di questi #InossidabiliSenior duri a morire e sempre davanti nelle classifiche. Coraggio Toni, tribolerai dopo questo addio, ma la griffe degli #InossidabiliSenior non può che prepararti ad una vita piena di successi. Ci credo, e così sarà. Lunga vita ai Senior come te. Toni uno di noi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.