#PEZDI – Rulfus e la battaglia finale

0

Gianluca «Rulfus» Rulfi si prepara per la battaglia finale coreana, quella olimpica. Studia, valuta, organizza nella sua Prato Nevoso il training di rifinitura. Il condottiero delle big azzurre è cuneese di Frabosa Sottana, anche se genovese di Voltri d’adozione. Rulfus è un tecnico esperto, un motivatore equilibrato, un allenatore che conosce l’alto livello. Sa gestire un gruppo così valido e che all’interno ha una forte competizione (l’esperienza con il dream team maschile della velocità sicuramente lo ha aiutato). Pretende tanto e sempre dalle sue ragazze, perché conosce il loro valore effettivo. Rulfus non si accontenta mai e fa bene. Come Sofi, Fede, Marta e le altre d’altronde: mentalità vincente insomma per le ragazze e lo staff tecnico. Rulfus sa bene che bisogna finalizzare ai Giochi di Pyeongchang, concretizzare il valore del team con le medaglie. La battaglia finale deve essere vinta per mettere un punto (glorioso) su questa esperienza.