Con Fill e Innerhofer

Intensa e infinita, ricca e produttiva. Al gancio, a tempo, al cardiopalma, sul filo del rasoio. Foto, video, computer. E sala stampa, navetta, finish area. Camere d’albergo, palchi, skiroom, garage. Live vuol esserci, altrimenti non ha senso. Raccontare, decifrare, sottolineare. Live vuol dire sotto zero e umidità in pista e nel parterre, live vuol dire il forno delle sala stampa quando tutti vi si riversano all’improvviso o le riunioni di giuria. Live vuol dire raccontare emozioni e trasmettere passioni. Non è facile, ma il giornalismo è questo qua fino a prova contraria. #RaceLive