Classe ’99 e classe punto. Almeno sembra alla prima impressione per come si aggira nella start area del Monte Zoncolan per il gigante Fis valevole come Gran Premio Italia Senior e Junior.. Un giubbotto da città, altro che la tradizionale na giacca da sci. Più caldo, comodo e stiloso. Fra marchie sponsor, Tommaso si aggira come un intruso, un turista, uno che non sembra del giro del circo dell’agonismo. Invece oggi è stato un cecchino, un rapace, un guerriero, degno degli #InossidabiliSenior. Eccolo Tommaso Nardi, classe ’99 da da Treviso. Comitato Trentino, Ski Dreams Nidec, Polizia ora da due anni griffato sci club Drusciè Cortina. Ultimo anno Giovani e primo anno Senior con il sodalizio veneto presieduto dal vulcanico Flavio Alberti. Con Carlo Ceccato e Oscar Pachner, fedeli punti di riferimento per la riscossa. La pattuglia degli #InossidabiliSenior si arricchisce di una altro ragazzo che cerca di farsi spazio. Passione, entusiasmo, determinazione, astio per un sport che diventa ridicolo quando etichetta vecchi chi termina la categoria junior. Nardi va avanti per la sua  strada, con le sue idee, con le sue convinzioni, con le sue linee così efficaci nel gigante odierno che lo hanno piazzato al sesto posto e conseguentemente inserito nel contingente italiano per la Coppa Europa a Folgaria. Nardi, che a Trento è iscritto a Giurisprudenza, si alimenta di positività, di luce, di entusiasmo. Di agonismo. Vai Tommaso, a tutta!