Peter Fill ci crede

Secondo a Bormio due anni fa

Scrupoloso, attento, determinato. Peter Fill ha studiato ogni angolo della Stelvio, cercando di memorizzare le linee più efficaci, le ondulazioni del terreno più fastidiose. Si è fermato a lungo prima del Canalino Sertorelli, nelle curve della parte centrale dopo Fontana Longa, quindi all’innesto della traversa della Carcentina. La conosce bene la Stelvio, ma Pietro non vuole lasciare nulla al caso: “Una pista impegnativa, nulla deve passare inosservato. E poi la prima ricognizione è quella dove immagazzini per la prima volta ogni particolarità”. Fill è stato secondo due anni fa sulla Stelvio. Rientra alla Baita de’ Mario, il quartier generale dei jet azzurri, si avventa su una penna all’arrabbiata, scambia con Heel considerazioni sulla pista: “Il finale è davvero difficile. Arrivi abbastanza stanco, e sbatte parecchio. E’ una lotta dall’inizio alla fine, anche se il punto chiave è proprio il muro conclusivo in quanto arrivi stravolto”.

Altre news

La Val Gardena cala il tris e recupera la discesa di Beaver Creek

La prossima settimana la Coppa del Mondo maschile farà tappa in Val Gardena, località che quest'anno cala il tris perché la Fis ha deciso di assegnare al comitato Saslong Classic il recupero della discesa cancellata qualche giorno fa a...

Arriva Race ski magazine 169 di dicembre

È arrivata la neve, le località aprono e l’inverno entra nel vivo. Ormai ci sarà una gara dietro l’altra fino al termine della stagione, dalla Coppa del Mondo alla Coppa Europa, passando per moltissimi eventi giovanili e i Campionati...

Il Collegio di Garanzia del Coni legittima definitivamente Roda presidente Fisi

Il Collegio di Garanzia del Coni si è nuovamente espresso in materia di eleggibilità del presidente della Federazione Italiana Sport Invernali Flavio Roda. In precedenza c’erano stati passaggi degli organi giudiziari Fisi e successivamente da parte proprio del Collegio...

Agazzi: «Goggia scia più sui piedi e così è maggiormente scorrevole»

Che esordio per Luca Agazzi. Pronti via una doppietta straordinaria con la sua Sofia Goggia E si, perchè da quest'anno il trio delle meraviglie (Goggia - Brignone - Bassino) può avvalersi di un tecnico di fiducia personale con la coordinazione...