(Da sinistra in alto) Lorenzo Occhi, Giorgio Princiotta, Simone Da Prada, Tommaso Canclini, Davide Occhi, Omar Anzi. (In basso da sinistra) llegra Pradelli, Marika Mascherona, Maja Perotti e Benedetta Sosio

Tutto a casa, a portata di mano. Un’organizzazione invidiabile per lo sci club Bormio, il sodalizio storico della località valtellinese oggi presieduto da Giacomo Baumgarten. Al mattino in ghiacciaio al Passo dello Stelvio, al pomeriggio l’attività pomeridiana in paese o nei comuni limitrofi. «Avere il ghiacciaio proprio a casa è davvero impagabile dal punto di vista dell’allenamento, della comodità e anche del risparmio di lunghe e costose trasferte – ha detto Omar Anzi -. Da giugno a settembre offriamo quattro allenamenti a settimana perché molti Giovani abitano qui». Gli Juniores del Bormio, insieme ai coetanei del Comitato Marika Mascherona, Carolina Pozzi, Tommaso Canclini e Simone Da Prada, si sono svagati nel campo di beach volley, ai piedi della mitica pista Stelvio. Un’ora con i piedi sulla sabbia, prima di raggiungere di corsa i pratoni bormini verso la Valdisotto. Allungamento come antipasto e poi due ore di esercitazioni. Prima balzi e scatti, poi ripetute, andature differenti, progressioni. Infine esercizi di rapidità e di propriocezione, stimolando le capacità motorie dello sci e movenze come la posizione di ricerca di velocità.

Articolo tratto da Race ski magazine 146 di novembre 2017. Se vuoi acquistare la copia o abbonarti visita il nostro sito.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.