Con Heinz Peter Platter e Jacques Theolier a Pozza di Fassa

On the road, non stop music, sempre a tutta. Ovunque, dappertutto. Dicembre pazzo, dicembre zingaro: Gran Premio Italia, Coppa Europa, Coppa del Mondo. A Pozza di Fassa, o come dicono i ladini Poza con una z sola, in scena sulla antologica Aloch (uno dei balconi più affascinanti sulle Dolomiti) lo slalom. Tempo di Coppa Europa, di Tommy Sala che brilla sempre di più, di azzurri che convincono e di altri che tribolano (ma non mollano). Il circo bianco è una grande famiglia. A Poza con Heinz Peter Platter, altoatesino della Val Venosta, e Jacques Theolier, francese frontaliero, al di là del Frejus. Entrambi con un trascorso nella squadra azzurra, un passato vincente, oggi insieme a dirigere la Svezia che scia. Coach di primo piano, di prim’ordine. Persone chiare, dirette, per qualcuno sicuramente scomode. Per me gente a pieno titolo nella grande famiglia del circo bianco, grazie ad un’esperienza illuminante.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.