Michael Moelgg, a destra, con un altro storico skiman azzurro oggi in Svizzera Luzzo Merlo

Per anni colonne della mitica squadra di slalom italiana. Patrick Merlo, per tutti Luzzo, in prima battuta, ma anche Moelgg junior, Michi, non è certo da meno nell’affilare lamine che contano. Luzzo con tutti o quasi. Da Giuliano Razzoli, con cui ha vinto l’oro olimpico nel 2010, a Giancarlo Bergamelli, Alan Perathoner, Edoardo Zardini, Patrick Thaler fino ai più giovani come Tommaso Sala e Giordano Ronci. Michael con l’inseparabile fratello Manfred e poi anch’egli angelo custode del nonno di Sarntal, Thali. Nonostante il gruppo azzurro Coppa del Mondo di slalom è fra i più solidi come staff, anche qua ci sono stati dei cambiamenti nelle ultime stagioni.

CON I RAGAZZI DI SWISS SKI – Merlo inizia così la terza stagione con Swiss Ski: ecco il terzo anno alla corte dell’ItalSvizzera, da due è inerito nello staff di Coppa Europa e affianca così Reto Schmidiger e Marc Rochat, ma in inverno farà parte del team di Coppa del Mondo di Matteo Joris. E anche per Moelgg inizia l’avventura elvetica, sempre con la compagine che si cimenta nel circuito continentale. Fischer ha scelto di non affiancare più a Manfred uno skiman, così Michi ha salutato e ha scelto di sposare la causa svizzera. Insieme per dieci anni con gli azzurri delle porte strette Merlo e Moelgg, ecco adesso l’avventura in un’altra nazione. Michael Moelgg si prenderà cura di Sandro Jenal, Daniele Sette, Pier Bougnard e Semyel Bissig. «L’avventura continua e quest’anno ritrovo nel staff Michi con cui ho diviso tante battaglie e girato il mondo», ci dice Merlo. «Luzzo? Un amico, uno che non si è mai tirato indietro quando ho iniziato e mi ha sempre dato consigli utili», afferma Michi.