Insam, Bertani, Pichler e Ghisalberti a Livigno dopo la gara ©Pez

LVIGNO LIVE – Dopo cinque anni rieccola sul podio. Dura a morire, una lottatrice, una ragazza indomabile che cerca di risalire le classifiche e tornare al vertice. E si, la poliziotta altoatesina Karoline Pichler, 26 primavere, centra oggi un terzo posto nel primo dei due giganti di Coppa Europa in programma a Livigno. Pichler è battuta oggi solo dalla tedesca Jessica Hilzinger e dalla norvegese Marta Monsen: Jessica rifila 24 centesimi di distacco alla scandinava, mentre Karo in terza piazza conclude la prova a 35 centesimi.

Il podio del gigante

GUARDA IL VIDEO DI PICHLER AL TERMINE DEL GIGANTE

Temperature decisamente inusuali a Livigno per fine febbraio, ma nonostante tutto il comitato organizzatore è riuscito a tirare a lucido la Tagliede Li Zeta per questo doppio appuntamento del circuito continentale fra le porte larghe. Si gareggia sul versante Sitas, un pendio non ripidissimo e dove, oltre a doti tecniche, è necessario avere importanti e spiccate caratteristiche di scorrevolezza per fare la differenza.

Michele Davare, Fiamme Oro, in rico con Karoline Pichler ©Pez

A tre decimi dal podio si mette in mostra la svedese del 2002 Hanna Aronsson Elfam, mentre al quinto posto ecco un altra ragazza piuttosto giovane, ossia la 2001 polacca Magdalena Luczak. Sesto posto ancora per la Svezia con Hilma Loevblom. A completare la top ten troviamo due svizzere appaiate al settimo posto ovvero Vivianne Haeri e Selina Egloff, allenate dal nostro Heini Pfitscher, quindi un’altra svedese Sara Rask e l’austriaca Maria-Therese Sporer.

Asja Zenere in ricognizione con il coach Damiano Scolari ©Pez

GUARDA LA CLASSIFICA DEL GIGANTE DI COPPA EUROPA DI LIVIGNO

ITALIANE NELLE TOP 30Luisa Bertani, atleta di interesse nazionale, chiude 13a a 1.51 dalla testa della classifica. Non è lontana dalle prima piazza Luisa, anche se lei (e noi) ci aspettiamo di più da questa solida gigantista milanese trapiantata a Bormio. Appena dietro la portacolori del team B Vivien Insam al via con il 37 e autrice di una buona gara senza alcun dubbio. Con il 35 in 16a piazza scorgiamo Ilaria Ghisalberti: per la bergamasca del 2000 in forza alla squadra di Coppa Europa arriva il miglior risultato nel circuito continentale e soprattutto la consapevolezza di aver messo alla spalle un momento di difficoltà. E poi subito dietro Elisa Platino, al cancelletto con il 49, atleta del gruppo sportivo dei Carabinieri. Retrocede in 20a piazza la portacolori dell’Esercito Roberta Midali, poi nelle top 30 troviamo anche la finanziera Elena Sandulli 26a.

GUARDA IL VIDEO DI INSAM AL TERMINE DEL GIGANTE

LE ALTRE ITALIANE. PER VALENTINI E ASTEGIANO L’ESORDIO – In classifica scorgiamo poi 35a la poliziotta Giulia Tintorri, quindi più attardate in 47a e 50a piazza le azzurrine Sara Allemand e Celina Haller. E’ stato il primo atto nel circuito continentale per Michelle Valentini dell’Aremogna e quindi per l’Aspirante dell’Equipe Limone Melissa Astegiano. Entrambe, come Giulia Di Francesco, non si sono qualificate per la seconda sessione. Non hanno portato a termine la prima frazione Laura Rota, Andrea Craievich e Francesca Fanti. Deragliano dalla Li Zeta nella seconda manche invece Asja Zenere, Giulia Paventa, Jole Galli e Sophie Mathiou. Domani a Livigno un altro gigante di Coppa Europa.

L’ex azzurro e istruttore nazionale Luca Moretti, presidente APT Livigno ©Pez
Il direttore di gara Omar Galli, Oltre CPA ©Pez