Franco Vismara

E’ vero, è sicuramente presto, le elezioni per il rinnovo della presidenza e del consiglio federale FISI non sono ancora state indette, ma Franco Vismara ha rotto definitivamente gli indugi. E presso la sede della Confindustria di Lecco e Sondrlo, il patron degli impianti di Chiesa Valmalenco, avvocato classe 1951, organizzatore dell’evento milanese Big Air di snowboard e freestyle, è sceso in campo a tutti gli effetti e ha affermato: «Il punto di partenza della mia candidatura nasce dalla mia attività nel settore impiantistico e di organizzatore di eventi mondiali di snowboard e freestyle. Abbiamo creduto in una specialità giovane, perché i giovani sono il nostro futuro e con loro tutti gli sci club. A proposito, vedo uno scollamento fra territorio e FISI centrale. Questo è un problema».

ASPETTANDO IL TEAM… – Ancora Vismara: «La FISI non dovrà essere più vista come un sistema ingiustamente burocratico. La FISI saremo tutti noi, dalla prima attività amatoriale all’evento più grande, dal club più importante al più piccolo. La federazione dovrà essere il trade d’union con tutte quelle istuzioni e quegli enti, ad esempio il Credito sportivo, non solo per sostenere lo sviluppo degli impianti ma anche per aiutare la base a porate avanti progetti reali contro le difficoltà e imcomprensioni normative. E poi una pista di solo per gli allenamenti in ogni stazione d’Italia». Ma quale sarà il team di Vismara? Quale la squadra di governo che proporrà? In sala si sono visti Flavio Ferrari della Olnlus Cancro Primo Aiuto che organizza in Valtellina diversi appuntamenti FIS e il direttore generale dello Sci Club UBI Banca Goggi Antonio Noris, ma comunque Vismara non vuole fare nomi oggi: «E’ presto per fare nomi e cognomi, ma certamente il team sarà variegato e ricco di contenuti».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.