Henrik Kristoffersen nella prima manche sulla Planai ©Agence Zoom

Spettacolo doveva essere, spettacolo è stato. Nella magica notte della Stiria tiene sempre banco l’appassionante duello fra Henrik Kristoffersen e Marcel Hirscher. Il norvegese anticipa l’austriaco di 52 centesimi: la seconda manche in programma alle 20.45 sarà battaglia all’ultima curva. Schladming ha rispettato la sua celebre nomea: una bolgia incredibile si è divisa fra ski stadium e bordo pista. Uno spettacolo pazzesco, una festa biancorossa, un fiume di decine di migliaia di tifosi e appassionati in nome della leggendaria Night Race.

Lo spettacolo della Night Race ©Gabriele Pezzaglia
Lo spettacolo della Night Race ©Gabriele Pezzaglia

GROSS VICINISSIMO AL PODIO – E peccato per Stefano Gross: molto veloce fino a metà gara, il Sabo nazionale aveva i tempi di Hirscher. Ci dice il ladino di Poza dopo la prima frazione: «Sono partito a tutta, poi ho perso gli appoggi in un paio di occasioni, non mi sono fidato. Non sono più riuscito a trovare il ritmo efficace». Così Gross è quarto a 1.18 dalla testa della classifica e a 12 centesimi dal podio provvisorio, dove ci sale al momento il russo Alexander Khoroshilov. Stefano ha il medesimo tempo dell’inglese Dave Ryding. Il podio insomma si può fare alla grande. Eccome!

Stefano Gross in ricognizione sulla Planai ©Gabriele Pezzaglia
Stefano Gross in ricognizione sulla Planai ©Gabriele Pezzaglia

DODICESIMO MOELGG – E Manfred Moelgg? Era partito anche lui come un treno. Poi sbaglia e alla fine chiude dodicesimo a 1.62. Eccolo il ladino di Mareo, re di Zagabria, a fine manche, sicuramente deluso: «Sono andato lungo in un passaggio, alla fine mi sono impuntato. Sono rimbalzato, quindi praticamente fermato. Peccato davvero, comunque siamo tutti vicini. Ora devo attaccare e recuperare posizioni, le sensazioni fino all’errore erano eccellenti».

Manfred Moelgg sulle nevi della Stiria ©Agence Zoom
Manfred Moelgg sulle nevi della Stiria ©Agence Zoom

TREDICESIMO THALER – Dietro a Manfred c’è Patrick Thaler: è tredicesimo il ‘nonno di Sarntal’, il più veloce fra gli azzurri che si giocano la qualificazione per i Mondiali di St.Moritz. La classifica vede al sesto posto il francese Julien Lizeroux, settimo lo svedese Matthias Hargin, ottavo il tedesco Felix Neureuther, nono il giapponese Naoki Yuasa e decimo il norvegese Jonathan Nordobotten.

PRIMA MANCHE (RISULTATI NON ANCORA UFFICIALI)

SI QUALIFICANO SALA E RAZZOLI – Bene Tommaso Sala ventunesimo, fatica ad esprimersi Giuliano Razzoli momentaneamente ventottesimo. Non si qualificano Giordano Ronci e Riccardo Tonetti. Deraglia Federico Liberatore.

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.