Il podio del gigante maschile di Val d'Isère

Marcel Hirscher sbaglia e Alexis Pinturaut fa festa davanti al pubblico di casa. Il transalpino scia una grande seconda manche e sulla Face de Bellevarde riscatta l’opaca prova di Beaver Creek. È lui il vincitore del gigante di Val d’Isère, mutilato a causa del forte vento di questa mattina. Nella seconda manche condizioni meteo migliori e anche qualche raggio di sole. Pintu non ci sta ad arrivare terzo e neppure secondo, schiaccia sull’acceleratore e va al comando con margine. Il tedesco Stefan Luitz deve accontentarsi della seconda posizione, mentre Hirscher scivola al terzo posto. L’austriaco sbaglia, aggancia un telo che si trascina per quasi 10 secondi. Un brutto errore, prova a recuperare ma è troppo tardi: delusione Hirscher, sorriso Pinturault. Il francese, ventesimo successo in Coppa del Mondo, ha vinto con 28/100 su Luitz e con 54/100 su Hirscher.

Stefan Luitz ©Agence Zoom

ITALIA, COSÌ NO – E gli italiani? Ancora una volta i gigantisti rimangono fuori dalle prime dieci posizioni. Nulla da fare, alcuni settori sono positivi, altri no. Ma è troppo poco per la nostra squadra. Il migliore è Florian Eisath che non sbaglia, ma non riesce a fare il tempo: dodicesimo posto a 2″39. Brutta prova anche per Luca De Aliprandini, 19a dietro a Giovanni Borsotti. Male Manfred Moelgg, 24a e piuttosto arrabbiato al traguardo, Roberto Nani è 23° e Riccardo Tonetti conclude in 28° posizione.

CRESCE BORSOTTI – Discorso diverso per Giovanni Borsotti che tanto ama la Face de Bellevarde di Val d’Isère. Rientra da un lungo stop ed è 18°, a 2″81. Con dieci centesimi in meno sarebbe stato 14°. Una prova discreta, come lui stesso ha ammesso, che gli consente di risalire le classifiche.

Alexander Schmid ©Agence Zoom

EXPLOIT SCHMID – Grande risultato del tedesco Alexander Schmid. È partito con il 40 e dopo l’ottavo tempo parziale, proprio davanti a Eisath, scia a tutta senza fare calcoli. E il risultato si vede: sesto posto a 1″01.

CLASSIFICA UFFICIALE

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.