Farhner, Wasmeier, Canzio e Maffei

Ed ecco il giorno della resurrezione di Pietro Canzio: dopo un anno ai box e la scorsa stagione in ripresa della migliore condizione, ecco oggi il definitivo recupero del triestino in forza alla squadra nazionale C di Simone Stiletto e Giancarlo Bergamelli. «Un primo passo, avanti così. Vincere una FIS è un gradino importante verso la Coppa Europa. Ci voleva tempo per tornare davanti, lo sapevo», fa sapere Pietro. Canzio si impone nello slalom FIS di Solda all’Ortles/Sulden am Ortler e divide la prima piazza con il tedesco Lukas Wasmeier e a mezzo secondo c’è lo sloveno Zan Grosely.

Zeni e Canzio ©Pez

QUARTO BARUFFALDI – A 76 centesimi ecco Stefano Baruffaldi, vincitore del gigante GPI Senior ieri. Quindi italiani all’ottavo e nono posto: ci sono due Senior che non mollano, ovvero Francesco Sorio del Val Paolot e Pietro Franceschetti dello Sporting Campiglio. E poi brilla sempre la banda Radici: Filippo Della Vite dodicesimo e primo Aspirante, Alessandro Pizio quindicesimo e Matteo Bendotti a seguire compleanno il podio di categoria.

Guarda la classifica dalla nuova pagina del calendario 

Deville e Baruffaldi ©Pez

DERAGLIA IL SIGNOR DEVILLE – Diciottesimo Davide Iozzelli del CAE, davanti a Giovanni Zazzaro Carabinieri, Davide Baruffaldi, da quest’anno al Comitato Trentino, e al rientrante Riccardo Allegrini dei Carabinieri. Domani un altro slalom, valido per il Gran Premio Italia Senior e sempre organizzato dalla macchina da guerra del Livata: anche oggi neve dura e due tracciati per le FIS con anche due gare fra le porte strette NJR. Peccato per Cristian Deville che ha fatto la prima manche per portare punti: un signore il campione fassano, ma è deragliato nella prima frazione. Stessa sorte per Giordano Ronci. 

Malci presidente del Livata ©Pez
Stiletto e Molling ©Pez

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.