Aline Danioth in azione in superG @Arnt Folvik for YIS/IOC Handout image supplied by YIS/IOC

Seconda giornata di gare per lo sci alpino ad Hafjell, in Norvegia, per la seconda edizione delle Olimpiadi Giovanili invernali da Lillehammer 2016. Dopo il superG, tempo di combinata alpina con manche di superG e slalom. L’Italia schierava sempre il solito duo, composto da Carlotta Saracco e Sofia Pizzato, che si stanno comportando bene e che potranno giocarsi più chance da medaglia soprattutto nelle discipline tecniche.

DOPPIETTA SVIZZERA – Oggi non c’è stata storia nella prova di combinata: Alina Danioth e Melanie Meillard, due svizzere di grande talento, attese anche a livelli più alti, si sono giocate la gara in una sfida ‘in famiglia’ conquistando alla fine rispettivamente oro e argento, con le altre atlete ben più distanti. Bronzo alla tedesca Hirtl-Stanggassinger. Meillard era stata in realtà più veloce di Danioth in superg, ma ha dovuto cedere spazio alla compagna dopo la manche di slalom. Tempo complessivo di 1’55”74 nella classifica finale per Alina, 38 centesimi meglio di Melanie. A oltre un secondo, come minimo, tutte le altre. Buona prova di Carlotta Saracco, settima alla fine dopo il decimo posto in superG con pettorale n.30, anche se a 4”63 di distacco dalla prima classificata. Uscita nella manche di slalom Sofia Pizzato quando aveva il miglior intertempo. Domani giorno di riposo per lo sci alpino, si ripartirà martedì 16 con il gigante femminile. Mercoledì 17 spazio alla prova maschile tra le porte larghe.

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.