Le regole finali per Pechino 2022

Ad un mese dall’inizio dei Giochi Olimpici il CIO ha pubblicato il playbooks finale per Pechino 2022, il libro delle regole, quanto mai attuale in questo particolare periodo. Non cambia molto rispetto alla precedente edizione per l’ingresso in Cina: chi non è completamente vaccinato, va in quarantena obbligatoria di 21 giorni; gli altri, quelli fully vaccinated, entrano nella bolla, con trasporti dedicati, obbligo di mascherina, distanziamento, test quotidiani e tracciamento dei contatti, con tanto di app di controllo.
Ma c’è la volontà di permettere agli atleti di gareggiare anche se ci fosse una falla nel sistema a circuito chiuso. Così, se ci fosse uno stretto contatto di un atleta con una persona risultata positiva al covid-19, entrerebbe in vigore un sistema ad hoc che comprende test due volte al giorno e disposizioni speciali per viaggi e pasti, ma alla fine potrebbe allenarsi e scendere in pista.
Lo stesso principio anche quando gli atleti risultassero positivi, ma asintomatici: andrebbero in quarantena e verrebbero dimessi una volta che avranno due test negativi consecutivi ad almeno ventiquattro ore di distanza, e nessun altro sintomo. E poi sarebbero in grado di continuare anche in questo caso ad allenarsi e a gareggiare. Ogni caso sarà comunque sottoposto ad uno controllo del Medical Expert Panel, composto da medici cinesi e internazionali.

BEIJING NEWS

BEIJING VIDEO NEWS