L’austriaco Ploier vince il secondo superG di Santa Caterina; Schieder di nuovo quarto

L’austriaco Andreas Ploier si è regalato il primo successo in Coppa Europa. Su una Deborah Compagnoni tirata a lucido (grazie alle basse temperature della notte che hanno compattato il manto) si è preso una bellissima vittoria, sapendo ben interpretare anche la zona del Funk, che quest’oggi ha messo in difficoltà parecchi sciatori. Ha vinto con 31/100 sull’andorrano Joan Verdu, che in qualche occasione è salito sul podio di un gigante, ma che mai lo aveva conquistato in superG. Oggi a Santa Caterina Valfurva ha fatto registrare il miglior parziale nel tratto centrale della pista. 

Il terzo e il quarto posto non hanno cambiato “proprietario” rispetto alla prima giornata di gare. Sul gradino più basso è risalito l’austriaco Stefan Rieser, staccato di 47/100, mentre quarto è ancora il migliore degli azzurri, di nuovo Florian Schieder, questa volta rimasto ai piedi del podio per quattro centesimi. Quinta posizione invece per lo svizzero Franjo Von Allmen, che ha preceduto anche il connazionale Josua Mettler, pettorale giallo che oggi non è riuscito a concedere il bis. 

Florian Schieder

La giovane Italia scopre definitivamente il valdostano Benjamin Alliod, che ieri ha dato la prima zampata con il nono posto arrivato con un pettorale elevato. E che a distanza di ventiquattro ore si è ripetuto con un altro nono posto, entrando anche nella top 10 della standing di specialità. 

Undicesimo posto per Giovanni Borsotti, che ora salirà in pulmino e raggiungerà Val d’Isère insieme a Luca De Aliprandini, Filippo Della Vite, Hannes Zingerle, Tobias Kastlunger, Riccardo Tonetti, Simon Maurberger, Alex Vinatzer, Tommaso Sala e Stefano Gross. In Francia, per la tappa di Coppa del Mondo, non ci saranno invece Giovanni Franzoni e Giuliano Razzoli. 

Tornando al superG di Santa Caterina Valfurva, quattordicesimo Matteo Franzoso e quindicesimo Luca Taranzano, autore di una bella prova con il pettorale 55 che vale anche il miglior risultato in carriera. Diciottesimo Nicolò Molteni, 23° Marco Abbruzzese, appena fuori dai 30 Simon Talacci (34) e Mattia Cason (36). Il miglior giovane è stato l’austriaco Vincent Wieser.

Vincent Wieser

Altre news

È uscito Race ski magazine 176, incentrato sui grandi eventi giovanili di fine stagione

La stagione agonistica 2023/2024 è in archivio, ormai tutti i circuiti si sono chiusi, anche se qualche atleta, soprattutto di alto livello, è ancora in pista per sfruttare le condizioni, testare materiale e affinare il gesto tecnico. Com’è andata...

Kitzbühel e Sestiere, EA7 Winter Tour a tutta

Il viaggio continuo, che entusiasmo EA7 Winter Tour: dappertutto, ovunque. Da appiausi per gestione, organizzazione, offerta. E sulle Alpi non poteva mancare la tappa mitica in Austria  a Kitzbuehel. Posizionati in area Sonnenrast, l’igloo EA7 ed il gatto delle...

Zermatt chiude alle Nazionali, ma a rimetterci veramente solo gli svizzeri

Ci avete tolto la Coppa del Mondo, bene non daremo la possibilità di allenarvi in ghiacciaio. Questa in estrema sintesi la decisione del direttivo della Zermatt Bergbahnen. Nella prossima estate solo le squadre di sci d’élite, insomma le Nazionali,...

Calendari di Coppa del Mondo, a che punto siamo?

Sui calendari di Coppa del Mondo tanto si è detto in queste ultime stagioni. Dalle lettere aperte degli atleti, sino alla recente proposta (Change the Course) della federazione norvegese di dividere la stagioni in blocchi geografici, spostando l’avvio della...