Milano Live – Una giornata con il fuoriclasse di Gais

Non si ferma mai, non si ferma un attimo. Dai ghiacciai per gli allenamenti estivi con gli sci ai centri urbani, passando (poco) per la ‘sua’ Gais. E mettendoci dentro anche un week-end lungo in Sardegna. Chi ferma Christof Innerhofer?

I SERVIZI FOTO E LE CURE DI TIEGHI – Il due volte medagliato a Sochi e già iridato a Garmisch, al rientro dal mare sardo, ha trascorso due giorni ricchi di appuntamenti a Milano, prima di raggiungere la Toscana per il premio Fair Play. Ieri due fotoshooting, uno per RCS e l’altro per uno sponsor FISI. Ricercato, richiesto, Christof è oggigiorno il ‘faro’ dell’ Italia che scia e che vince. Nella due giorni milanese non sono mancate poi le mani di Federico Tieghi, fedele osteopata del ‘dream team’ della velocità, che hanno trattato la sua schiena e le sue gambe, quindi oggi un’altra giornata intensa, trascorsa ‘a tutta’.

MAPEI E DOWN TOWN – Gli esami del sangue, i test atletici al Centro Mapei nel varesotto di prima mattina, dove non ha comunque eseguito la prova al cicloergometro, test che in passato lo ha visto superare addirittura 500 watt (roba da corridore-sprinter professionista insomma!). Innerhofer poi è tornato nella metropoli lombarda in tarda mattinata, e prima di far visita ai negozi Armani, ha dedicato tre ore presso la palestra Down Town di via Cavour a lavori specifici sulla ‘forza’.

ECCO INNER – «A Milano ho sempre una grande accoglienza. Dopo quattro giorni rigeneranti in Sardegna, questi due giorni milanesi fra eventi e lavoro ‘a secco’. Adesso mi aspettano al Premio Fair Play. Poi venerdì farò rientro a Gais per continuare con il solito entusiasmo la mia preparazione atletica», ha fatto sapere l’azzurro. 

GUARDA LA FOTOGALLERY SOPRA