La ripartenza di Midali: «Essere al cancelletto a Sölden sarà una goduria»

SOELDEN LIVE – Livigno, Coppa Europa. Roberta Midali scuote la testa a fine gara. La Fisi ha deciso per le ultime gare di Coppa del Mondo di non convocare le atlete non inserite nelle squadre azzurre. Motivi poco chiari, probabilmente un caso di positività, forse cercare di finire la stagione senza mischiare atlete ed atleti dii team differenti. Ma questo momento di precarietà, questo non essere considerata, è stato celermente cancellato da una convocazione in squadra nazionale arrivata come d’incanto poco dopo. Robi così è ripartita dal giro azzurro. Non giriamoci intorno. Non solo non era scontato, ma il suo inserimento in nazionale era poco probabile visto i tagli Fisi. Invece i quadri tecnici hanno creduto in Robi, come anche in Karoline Pichler che si è trovata nella medesima situazione. E allora bene così.

ECCO ROBI – Ci dice l’orobica mentre ha appena terminato a Soelden una seduta di atletica: «Rientrare nel giro azzurro è davvero importante per il mio rilancio. L’anno passato a Kranjska Gora e Kronplatz ho acciuffato due qualifiche in gigante in Coppa del Mondo. E’ un primo passo per continuare la mia avventura, adesso sono più serena perchè in squadra è tutto più facile. L’anno scorso è stata una battaglia, ora c’è più programmazione e si possono preparare meglio gli appuntamenti». La bergamasca della Valle Brembana, classe ’94, è stata inserita nel gruppo dello slalom di Devid Salvadori. «Faccio più gigante, anche se il team è prevalentemente votato alle porte strette. Comunque anche con la compagine delle polivalenti dove si pratica più gigante mi sto allenando e lo sto facendo in particolare per questo avvicinamento al primo atto in Austria». Robi è la dimostrazione che non bisogna mollare. Mai darsi per vinti dopo infortuni, momento difficili, stagioni storte: si può sempre riemergere ed ecco allora Roberta più determinata che mai. «Essere al cancelletto di partenza ul Rettenbach è pura goduria. I miei obiettivi? Gli atleti gareggiano per stare davanti, in particolare in un anno come questo dove ci sono in ballo le qualificazioni per le Olimpiadi in Cina…».

LEGGI ANCHE

LE ULTIME NOTIZIE