Il podio ©Agence Zoom

La luce di Alice Robinson splende sul Rettenbach di Sölden, la luce di questa diciassettenne neozelandese acceca la concorrenza. Seconda dopo la prima manche, distanziata di 14 centesimi da Mikaela Shiffrin, recupera nella seconda sessione e infila la statunitense per l’inezia di 6 centesimi. E’ la prima vittoria per questa talentuosa neozelandese che ha centrato una vittoria storica. Un successo davvero leggendario: nel primo week-end senza Marcel Hirscher, il grande sci trova subito una sostituta degna dell’austriaco cosi sembrerebbe. E’ allenata dallo statunitense Chris Knight, marito dell’ex azzurra Enrica Cipriani che fa parte dello staff. Pazzesca la classe di Alice, la vocazione all’attacco, la mentalità. Terza piazza a 36 centesimi per la francese Tessa Worley che recupera nonostante una pista che teneva sempre meno ad ogni passaggio a causa delle temperature inusuali.

CLASSIFICA FINALE GS DONNE SOELDEN 

REALISMO BRIGNONE – Quarta invece la norvegese Mina Fuerst Holtamann. Perde il podio e scivola al quinto posto la nostra Federica Brignone a 87 centesimi dalla testa della classifica: l’azzurra soffre il pendio tirolese nella seconda sessione e perde così terreno. Peccato. «Ho sbagliato l’ingresso muro e anche non sono riuscita ad attaccare gli ingressi curva. C’era un po’ di buio nella seconda sul muro, ma non vuole essere una scusa. Per essere sul podio non bisogna commettere errori e io invece nella seconda ho sbagliato», ci fa sapere un realista Federica. Il trio delle meraviglie non centra insomma il podio: un podio per le nostre ormai è un obiettivo minimo quando si affrontano le porte larghe. Sarà per la prossima. Marta Bassino chiude dodicesima a 1.66. Ventunesima Irene Curtoni, ventiquattresima Roberta Melesi. Francese Marsaglia retrocede dalla nona alla ventiseiesima piazza. Nella prima manche non si erano qualificate Sofia Goggia per 3 centesimi, quindi Roberta Midali e Karoline Pichler. Brutto infortunio per l’austriaca Bernardette Schild che è stata trasportata all’ospedale in elicottero. 

PRIMI PUNTI PER MELESI – Esulta Roberta Melesi. Per la ’96 lecchese sono arrivati i primi punti nella massima serie alla quinta partecipazione. Eccola: «Sono davvero contenta di come è partita la stagione, senza dubbio un ventiquattresimo posto importante. Ho recuperato qualche posizione nella seconda manche dal ventinovesimo tempo, sono riuscita nel mio obiettivo».