Federica Sosio durante gli allenamenti estivi

Inizia un nuovo quadriennio olimpico e la Federazione dà ampio spazio al bacino che sta sotto la Coppa del Mondo. Guardando i numeri e gli staff tecnici, si capisce che Via Piranesi ha voluto investire molto in questo settore perché è questo il futuro da non perdere e da cui attingere nei prossimi anni. E così viene inserito una nuova figura, quella del coordinatore del circuito continentale (due, uno maschile e uno femminile) che a sua volta avrà due referenti per velocità e discipline tecniche. C’è da dire che sul campo veniva già adottata questa metodologia di lavoro, ma ora è ufficiale anche nell’inquadramento pubblicato dalla FISI.

STAFF DONNE – Negli staff femminili sono tantissime le novità. Il coordinamento è nelle mani di Alexander Prosch che fino allo scorso anno era con il settore maschile. Il gigante e lo slalom rimangono a capo di Heini Pfitscher, mentre nella velocità arriva Giuseppe Butelli che in passato ha seguito i pari livello al maschile. Queste le principali novità dagli staff che dovranno ancora essere integrati.

LE ATLETE – C’è un mix di atlete. Mix perché ci sono giovani emergenti, giovanissime autrici di una super stagione (Elena Sandulli) e veterane alle quali è stata data fiducia e che ora devono rispondere presente in modo deciso e definitivo. Nelle discipline tecniche ci sono le 1996 Luisa Bertani e Martina Perruchon, insieme alle 1999 Carlotta Saracco, Marta Rossetti, Lara Della Mea, alle 1998 Anita Gulli e Lucrezia Lorenzi e alle 2000 Celina Haller ed Elena Sandulli. Nella velocità ci sono le veterane Federica Sosio (1994) Roberta Melesi (1996) e Jole Galli (1995) con Nadia Delago ed Elena Dolmen del 1997, Sofia Pizzato del 1998 e Teresa Runggaldier del 1999.

GRUPPI NON DEFINITIVI – Questi gruppi però non sono ancora definitivi, la stessa Federazione lo ha precisato sul sito. Ecco che allora potrebbero entrare ancora delle atlete, per esempio Carlotta Da Canal, vincitrice del Gran Premio Italia di velocità. O magari Francesca Fanti, lo scorso anno in C. Non rientra nel gruppo Coppa Europa Jasmine Fiorano. Ancora poco certo quello che succederà intoro. Verrà fatto anche un gruppo aggregate, interesse nazionale o di osservate? Potrebbe anche essere, per dare una possibilità a Sara Dellantonio, Elisa Fornari e Marta Giunti.