Kvfitfjell, in gigante vince Direz. Sesta Cillara Rossi, primi punti per Pizzato. Domani due superG

Quarta gara stagionale nel circuito continentale, seconda tra le porte larghe e festa grande per la transalpina. Complessivamente bene l'Italia con sette atlete nelle 30, ma è mancato l'acuto dopo un'ottima prima manche

0
Clara Direz, primo successo in Coppa Europa (@Zoom agence)

Appuntamento rimandato con il primo podio stagionale nel circuito continentale. Un peccato, perché oggi a Kvitfjell l’Italia sembrava pronta ad “azzannare alla giugulare” i posti che contano, anche se il risultato complessivo è stato sicuramente buono. Laura Pirovano aveva chiuso terza la prima manche, giusto davanti a Valentina Cillara Rossi. Alla fine sono rimasti solo tanti buoni piazzamenti nella giornata che ha decretato il primo trionfo in Coppa Europa della francese classe ’95 Clara Direz, seconda a metà prova.

GARA – A Kvitfjell la transalpina si è imposta in 1’58”37 nel secondo gigante stagionale, quarta gara in assoluto, precedendo la norvegese Lysdahl e la sempre più sorprendente svizzera di 17 anni Camille Rast, pettorale n.16, al primo podio nel circuito. Quarta l’austriaca Liensberger, quinta la norvegese Riis-Johannessen, sesta, a 1”30, Valentina Cillara Rossi che purtroppo ancora una volta non riesce a concretizzare nella seconda manche quanto di buono fatto nella prima, ma questa volta ci prova nella maniera giusta, commettendo però un errore. Peccato. Settima la svizzera Kopp. Ottava l’austriaca Fest, nona la valtellinese Jole Galli, che quanto meno eguaglia il suo miglior risultato nella disciplina in Coppa Europa e rimonta sette posizioni con il settimo tempo parziale. Decima Laura Pirovano, ex aequo con la norvegese Stjernesund.

Da sinistra: Alessia Timon, Nadia Delago, Sofia Pizzato, Jole Galli, Valentina Cillara Rossi, Roberta MelesI
Da sinistra: Alessia Timon, Nadia Delago, Sofia Pizzato, Jole Galli, Valentina Cillara Rossi, Roberta MelesI

ITALIA – Quattordicesima Nicole Agnelli, che va ancora ad alti e bassi, ma quanto meno -migliora sempre nelle seconde manche: era 21esima, recupera sette posizioni con il quinto tempo parziale. Dopo Della Mea e Lorenzi, intanto, registriamo un’altra giovane azzurra a punti per la prima volta nel circuito: trattasi della veneta Sofia Pizzato, classe ’98, alla quarta gara in Coppa Europa, 20esima, bravissima, con pettorale 35 e l’8° tempo nella seconda manche. Buone news per Jasmine Fiorano, che torna a fare punti dopo un anno piazzandosi 22esima con il nono tempo di manche. Ventiquattresima, con pettorale 49, Roberta Melesi, di nuovo nelle 30 nel circuito dopo oltre 2 anni e mezzo. Squalificata Asja Zenere. Fuori nel corso della prima manche Della Mea e Saracco. Sette italiane a punti, complessivamente un buon risultato per le azzurre: è mancato l’acuto.

Sofia Pizzato a Santa Caterina
Sofia Pizzato a Santa Caterina ©Andrea Chiericato

SALVADORI – «Condizioni buone, neve non troppo dura, pista varia con ripido e piano – ci dice il tecnico bresciano dalla Norvegia -. Buon risultato di squadra, peccato per il podio possibile. Pirovano ha sciato sui livelli dello scorso anno nella prima manche, purtroppo un po’ in trattenuta nella seconda. Cillara comunque bene, perché ci ha provato: ha commesso un errore, pazienza. Ci riproviamo in superG».

CALENDARIO – Domani, venerdì 9 dicembre, doppio appuntamento con il superG: in un caso per la prova singola, nel secondo per la combinata, con lo slalom che concluderà poi la gara sabato. In classifica generale guida l’austriaca Mair, prima azzurra Nicole Agnelli.

Articolo precedenteLicenziato Locher! Carca assume la guida del team
Articolo successivoMonte Croce, Bacher brucia Vaccari e Da Villa
Gianmario
REDATTORE - Milanese, 39 anni, laureato in Lingue, sposato con Laura e papà di Giulia, appassionato di tanti (troppi) sport da sempre, amante delle discipline americane, è transitato attraverso esperienze nei quotidiani (Il Giorno, per il quale scrive ancora, Tuttosport, freepress), in Radio (Radio 24, AGR), Internet (Leonardo) e dal 2009 ha trovato la sua dimensione come telecronista di diverse discipline (sci, nuoto, tuffi, scherma, pallavolo, pallanuoto ecc.) su Eurosport Italia. Ma continua ad amare anche la scrittura alla follia e dall'aprile 2014 collabora con Race ski magazine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.