Matteo Joris

Matteo Joris, valdostano di Gressan, comandate della Svizzera dello slalom, quella formazione sempre più per quanto riguarda lo staff tecnico a trazione italiana. Nella terza settimana delle dirette instagram di Race Ski Magazine ci fa sapere. 

OCCHIO A RAMON – «Una stagione positiva, peccato solo per non aver vinto la Coppa del Mondo di slalom con Daniel Yule. Certo, abbiamo saltato tre slalom per i noti problemi, ma Daniel ha fatto una stagione pazzesca, una grande tripletta. Tutto il team è andato bene, ci sono anche giovani emergenti. Forse poteva raccogliere di più Ramon Zenhaeusern. In allenamento fa paura, gli stranieri ci chiedono come fa ad andare sempre così a tutta. Ci aspetta un biennio fondamentale con i Mondiali di Cortina e in Cina le Olimpiadi. Vogliamo le medaglie. Anche se ci siamo tolti diverse soddisfazioni, abbiamo ancora tanta fame di risultati importanti».

LA FIS – Fra i diversi argomenti trattati nella diretta instagram che potrete vedere ancora nelle storie del nostro profilo, Joris ci parla delle condizioni che i ragazzi hanno trovato in gara: «La Fis in certe situazioni potrebbe avere un po’ più cura dei pendii di gara. Lo dico senza far polemica, ma capita spesso che noi, ma anche tanti altri team, siamo soliti preparare le piste di allenamento in maniera miigliore. Altro appunto. Va bene cancellare lo slalom di Naeba, ma quando si va in Giappone serve un giorno di recupero. Non è proprio dietro l’angolo…». 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.