Ivica Kostelic punta alla sfera di cristallo

Abbiamo incontrato il campione croato in allenamento a Zermatt

"La schiena mi ha nuovamente creato qualche problema, ma non posso fermarmi". Determinato, concentrato. Così ci è apparso Ivica Kostelic nella giornata che ci ha dedicato a Zermatt, dove sta ultimando un ciclo di due settimane di preparazione in vista della stagione invernale. "La polivalenza non è un progetto nato in questi ultimi anni di carriera – ci ha spiegato Ivica sulla terrazza del suo appartamento a Zermatt -. Sembrerà strano, ma è da quando sono bambino che sogno di essere uno sciatore competitivo in tutte le discipline. Solamente chi è in grado di sciare bene su tutti gli archi di curva si può definire un grande sciatore. Diversamente si è solamente degli specialisti". Non a caso il suo training è stato fortemente concentrato sulle discipline veloci. "Ho perso qualche stagione a causa dei sei interventi chirurgici che ho subito alle ginocchia, ma da quando il fisico me l’ha consentito sono tornato a fare velocità. Da juniores era il mio punto di forza, ricordo che un anno avevo il miglior punteggio Fis al mondo da juniores in superG". Nella seconda settimana di Zermatt, dunque, grande attenzione alla posizione di massima scorrevolezza. "L’anno scorso ho perso troppo tempo nei tratti pianeggianti. Stiamo cercando di rimediare, sia dal punto di vista tecnico che della preparazione dei materiali". Sempre accompagnato dal papà Ante in veste di allenatore e preparatore atletico e da un piccolo staff che lo coccola come un figlio, Ivica prosegue così nella rincorsa al grande sogno della carriera: vincere la Coppa del Mondo assoluta. Avrete comunque modo di conoscere tutte le interessanti sfaccettature di questo grande campione nel servizio esclusivo che verrà pubblicato sul primo numero stagionale di Race ski magazine in edicola il prossimo 5 novembre.

Altre news

Fisi: Stefano Maldifassi si candida alla presidenza. «Ho in mente una Federazione nuova»

«Pensare e vivere gli sport invernali». Questo lo slogan che chiude un breve video realizzato per annunciare la candidatura in Fisi di Stefano Maldifassi. È ingegnere biomeccanico, cinque volte campione italiano di skeleton e allenatore di quarto livello; Maldifassi...

A La Parva Colturi centra una doppietta in slalom; Tranchina secondo in gara-2

Doppietta in gigante la scorsa settimana, bis ieri e l'altro ieri in slalom. Lara Colturi ha fatto uno-due anche tra i rapid gates di La Parva, dove si sono svolte altre gare Fis. Possiamo dire che in quattro gare...

Marsaglia lotta ancora con entusiasmo: «Conta essere veloci, non l’età»

Matteo Marsaglia non molla, anzi, rilancia. Il romano di San Sicario, trentasette primavere a ottobre, è deciso più che mai per un'altra stagione in Coppa del Mondo. Reduce da un'annata davvero positiva, dove fra le varie prestazioni confortanti ha...

Vinatzer in Belgio: «Indoor per preparare l’Argentina. Contento del coach Del Dio»

Domani Alex Vinatzer effettuerà il secondo raduno sulla neve. Dopo quello di Saas Fee, il gardenese classe '99 con il team azzurro si prepara a quattro giorni nell'impianto indoor di Peer in Belgio. Eccolo Alex: «A Saas Fee alle 7.30 a...