ItalSvizzera, azzurri, Global Racing: training a tutta sulla Aloch

VAL DI FASSA LIVE – Girano sulla seggiovia che serve la Aloch, si tuffano a ripetizione dai cancelletti di partenza di slalom o di gigante macinando pali su pali, si fermano nel catino umido del parterre ad ascoltare i consigli e le dritte dei tecnici, alternano sci e scarponi testando il materiale accuratamente. Tutto d’un fiato, tutti a tutta, una mattinata sulle nevi ladino trentine di Poza/Pozza di Fassa. In tanti scelgono l’esigente pendio fassano per gli allenamenti, vuoi per chi fra qualche giorno lotterà per mettersi in mostra in Coppa Europa negli appuntamenti del 17 e 18, vuoi chi invece cercherà gloria in Alta Badia nel gigante del 20 e nello slalom del 21 di Coppa del Mondo.

Yule, Marcon e Yoris ©Pez

L’ItalSvizzera delle porte strette, il cui staff tecnico coordinato da Matteo Joris è praticamente tutto tricolore, fa molto affidamento sul lavoro sulla Aloch: guidati da Daniel Yule e Ramon Zenhaeusern il plotone elvetico lavora sodo per confermare un’altra bella stagione. Ci sono gli azzurri di Coppa Europa con un galvanizzato Pietro Canzio che dopo tre top 30 in Coppa Europa in gigante vuol far bene anche in slalom.

Pietro Canzio ©Pez

Fra gli azzurri di Coppa del Mondo oggi abbiamo visto all’opera Alex Vinatzer. Sono tutti per lui: il responsabile del team Jacques Theolier, Stefano Costazza che conosce ogni centimetro della Aloch in quanto vive proprio ai piedi del pendio, il fedele skiman Fabio Maxenti e mezza Nordica al seguito del talento gardenese podio a Zagabria lo scorso anno. E poi ci sono i funamboli del Global Racing Ski Team, la compagine agli ordini dello statunitense trapiantato in Tirolo Paul Epstein che si sta davvero mettendo in mostra grazie ai diversi ragazzi di nazionalità differenti che iniziano ora regolarmente a piazzarsi nei primi 30 al mondo nella massima serie. C’è il nostro Stefano Baruffaldi, che riceve complimenti per la prestazione di Santa Caterina Valfurva, c’ il belga Sam Maes, quindi lMaarten Meiners, il primo punteggiato olandese in Coppa del Mondo nelle discipline tecniche.

Alex Vinatzer ©Pez

L’Aloch era ed è sempre di più un punto di riferimento. Allenamenti a turni, due fasce orarie, almeno per ora. Perchè oltre ai big, ci sono anche comitati regionali e sci club che hanno scelto la pista ladina per il training in questi giorni.Ed ecco allora nel video Sergio Liberatore, responsabile del Training Centre Aloch che ci dice…

Tracciati sulla Aloch ©Carlo Beretta

Altre news

Goggia senza limiti: «Volevo la doppietta, ci sono riuscita»

Non bastava vincere. Sofia Goggia vuole la perfezione. Lo aveva promesso ed eccola oggi ancora in trionfo sulla Men's Olymouc - East Summit di Lake Louise. «Si può fare meglio», diceva ieri. Eccola, aveva ragione. Domina ancora in Canada...

Missile Goggia colpisce sempre: doppio trionfo a Lake Louise

Che andare. Diciannove vittorie in Coppa del Mondo (14 in discesa) e oggi doppietta stagionale sulla Men's Olympic /East Summit di Lake Louise (5 vittorie sul pendio canadese). Sofia Goggia fa paura. Non viene fermata dal vento che soffia...

E’ Kilde l’uccello predatore: battuto ancora Odermatt. Marsaglia 16°

Birds of Prey, nome della pista di Coppa del Mondo di Beaver Creek, significa uccelli da preda. Ed è il norvegese Aleksander Aamodt Kilde l'uccello predatore sulle nevi del Colorado., che porta a quindici i successi nella massima serie...

Gardena, semaforo verde per la 55a Coppa del Mondo

La Coppa del mondo di sci sulla Saslong si aprirà, come da tradizione, venerdì 16 dicembre con il superG. Sabato 17 dicembre, invece, si svolgerà la classica discesa, che sarà la 100a gara di Coppa del mondo in Val...