Sofia Goggia e Federica Brignone ©FISI/Pentaphoto

Il mini team è servito ed è realtà. Sofia Goggia e Federica Brignone fanno parte del gruppo Elite che sarà seguito da Gianluca Rulfi e Marcello Tavola, oltre a un fisioterapista ancora da definire e agli skimen Federico Brunelli e Mauro Sbardellotto, entrambi ditta con Atomic e Rossignol. I possibili innesti di Ettore Mosca Barberis e Davide Brignone, tanto chiacchierati in queste settimane calde di sci mercato, alla fine non sono arrivati. Mosca Barberis rimane nello staff della velocità, dove ha già lavorato lo scorso anno e dove il nuovo responsabile è Giovanni Feltrin (fino allo scorso anno era Matteo Guadagnini, dopo i saluti di Alberto Ghezze per dedicarsi ai Mondiali di Cortina). Nuovo incarico anche per Damiano Scolari che passa alla velocità e prende il posto di Luca Scarian, andato invece con la squadra delle discipline tecniche dove Luca Liore ha mantenuto la responsabilità e dove è arrivata l’ufficialità dell’inserimento di Fabrizio Martin, dato in arrivo già qualche giorno fa. C’è ancora un posto libero in qualità di tecnico: sarà quello di Paolo Deflorian? In questo gruppo non c’è più Angelo Weiss che potrebbe rientrare nelle Fiamme Gialle oppure perché no, magari passare alla squadra C femminile. Promossi dalla Coppa Europa Giorgio Pavoni come allenatore e skiman, di ritorno dopo un anno in C Nicola Martini. Marta Bassino avrà lo skiman Salomon e sarà il già anticipato Gianluca Petrulli.

LE ATLETE – Le due novità più grandi riguardano proprio il gruppo di Luca Liore, dove si è data piena fiducia a Vivien Insam e Martina Peterlini, due slalomiste che proveranno a ‘farsi le ossa’ insieme a Chiara Costazza, Irene Curtoni e alla confermata Roberta Midali. In questo team anche Karoline Pichler, al rientro dall’ennesimo infortunio. Poche novità nella velocità con Elena Curtoni, Nicol Delago, le sorelle Fanchini, Verena Gasslitter, Francesca Marsaglia, Laura Pirovano e Johanna Schnarf.