Innerhofer: «Ho fatto una gara pazzesca partendo così indietro». Oggi gigante ore 17.45

Maledetti cinque centesimi. E’ vero, è mancato il podio nella libera sulla Birds of Prey/Golden Eagle agli azzurri, ma davvero per poco. Dopo il fuoriclasse norvegese Aksel Lund Svindal e lo svizzero Beat Feuz, vincitore della discesa di Lake Louise, ci si è messo il tedesco Thomas Dressen a rovinare la festa del podio a Christof Innerhofer.

Il podio @Agence Zoom

ECCO INNERHOFER – Infatti il due volte medagliato ai Giochi di Sochi, è stato protagonista di una gara eccezionale in Colorado. Ma ecco cosa ci ha detto Inner: «Al traguardo ho esultato e subito pensato di essere ritornato davvero davanti, con i primi della classe. In superG dopo il podio sulle nevi olimpiche di Jeongseon a fine stagione e dopo il sesto posto di Lake Louise, i risultati dimostrano di essere competitivo. Mi mancava però lasciare il segno in discesa e il quarto posto è stato un risultato ottimo da questo punti di vista. Su una neve ben compatta ma non ghiacciata, ho sciato davvero forte e non solo sul ripido. Beaver Creek mi ha fatto capire di essere tornato davanti anche in discesa e sfiorare il podio con il 27 è stato pazzesco. Era difficile con quel nunmero, invece sono riuscito a dimostrare finalmente ancora il mio valore in libera. Adesso torniamo in Europa con fiducia e a caccia del podio. Il lavoro fatto sugli sci e la grossa mole atletica estiva sta dando i suoi frutti».

Christof Innerhofer in volo in Colorado ©Agence Zoom

ANCHE PARIS DAVANTI– Anche Dominik Paris ha fatto gara molto buona e il suo crono si è fermato a 12 centesimi dal tedesco. Sentiamolo: «Ho faticato un po’ per rimettermi a posto, ma sono tornato sulla via giusta e sono davvero molto contento. Stavo cercando la giusta fiducia che negli ultimi giorni avevo un po’ perso. Ogni giorno sono migliorato un po’ e oggi è arrivato un risultato importante, che mi riporta vicino alla parte alta della classifica. La libera di Beaver Creek è una gara difficile da interpretare, con un tracciato insidioso, e quando si comincia a sbagliare poi le cose finiscono male. Invece è andata bene».

Dominik Paris in azione ©Agence Zoom

OGGI GIGANTE CON 8 AZZURRI – Oggi si chiude la trasferta statunitense con il gigante: prima manche alle 17.45 e seconda alle 20.45, con diretta televisiva su Rai Sport ed Eurosport. E’ il primo della stagione 2018, dal momento che l’opening austriaco di Soelden è stato cancellato. Sono otto gli italiani in cerca di gloria in America fra le porte larghe. Il primo a partire sarà Luca De Aliprandini, nei 30 in superG venerdì, con il numero 9. Poi Florian Eisath 15, Manfred Moelgg 16, Riccardo Tonetti 20, Roberto Nani 29, Dominik Paris 32, Giovanni Borsotti 41 e Simon Maurberger 59. Forza ragazzi!

Altre news

Livigno, il giorno del gigante del Master istruttori: ecco i 103 al via

LIVIGNO - Ci siamo. Oggi è il giorno del gigante prima prova per accedere al Master istruttori nazionali di sci alpino. Il gigante odierno non è solo una selezione, non è esclusivamente il primo ostacolo per accedere al Master...

È uscito Race ski magazine 176, incentrato sui grandi eventi giovanili di fine stagione

La stagione agonistica 2023/2024 è in archivio, ormai tutti i circuiti si sono chiusi, anche se qualche atleta, soprattutto di alto livello, è ancora in pista per sfruttare le condizioni, testare materiale e affinare il gesto tecnico. Com’è andata...

Kitzbühel e Sestriere, EA7 Winter Tour a tutta

Il viaggio continuo, che entusiasmo EA7 Winter Tour: dappertutto, ovunque. Da appiausi per gestione, organizzazione, offerta. E sulle Alpi non poteva mancare la tappa mitica in Austria  a Kitzbuehel. Posizionati in area Sonnenrast, l’igloo EA7 ed il gatto delle...

Zermatt chiude alle Nazionali, ma a rimetterci veramente solo gli svizzeri

Ci avete tolto la Coppa del Mondo, bene non daremo la possibilità di allenarvi in ghiacciaio. Questa in estrema sintesi la decisione del direttivo della Zermatt Bergbahnen. Nella prossima estate solo le squadre di sci d’élite, insomma le Nazionali,...