Sochi 2014 Live – 'Ora mi sto rendendo conto di cio' che ho fatto'

Christof Innerhofer non ha preso parte all’ultima prova della supercombinata. Lo abbiamo incontrato che passeggiava nella zona fra le tribune e gli skiroom. Posato e tranquillo, pronto per tornare in pista dopo l’immensa gioia olimpica.

IL CALORE DEI TIFOSI – «Ci ho messo un po’ per rendermi conto di quello che ho fatto domenica. La medaglia olimpica in discesa è stata incredibile, solo in queste ore capisco cosa vuol dire. Ho ricevuto oltre 1500 messaggi fra privati e non, ovviamente non ho risposto a tutti e colgo questa occasione per farlo. A Gais hanno fatto festa, sono riuscito a mettermi in contatto con i miei cari e gli amici più stretti. Non finirò mai di ripeterlo…questo argento chiude una serie di risultati memorabili, con Coppa del Mondo e Mondiali».

SUPERCOMBI – Domani c’è la supercombinata. E quali sono gli obiettivi per Inner? «A causa della mia schiena ho fatto poco slalom. Lo speciale è una disciplina traumatica, impattante. Inoltre questa supercombinata è più idonea agli slalomisti. Certo, darò tutto, ma sto raccogliendo forze e energie per il superG di domenica». Inner ci lascia, dietro c’è la processione: colleghi tedeschi, austriaci e americani ci hanno visto discorrere e sono accorsi taccuino e videocamere muniti…