Corinne Suter ©Agence Zoom

È ancora la Svizzera la grande protagonista dei Mondiali di Cortina. Dopo la doppietta nel superG di giovedì, le elvetiche conquistano altre due medaglie sull’Olympia delle Tofane, tirata davvero a lucido oggi. 

A vincere il titolo questa volta è Corinne Suter, che ha fatto la differenza nel tratto conclusivo della pista. Velocissima la sua linea, quarto podio in carriera ai Mondiali e primo oro iridato. Quest’anno Corinne Suter aveva vinto una sola altra volta, era la discesa di dicembre disputata in Val d’Isère, davanti alla bergamasca Sofia Goggia, grande assente a Cortina per colpa dell’infortunio rimediato nella maledetta Garmisch.

Fa festa ancora una volta la Germania. Dopo l’argento dell’austriaco Romen Baumann, andato a gareggiare nella squadra tedesca, è arrivata un’altra medaglia dello scorso colore, grazie a Kira Weidle, che in carriera era salita sul podio due sole volte in Coppa del Mondo. Argento vivo, a 20/100 dalla Suter. Lara Gut-Behrami questa volta non ha trionfato, ma si è presa un’altra medaglia: bronzo a 37/100 dalla compagna di squadra. Fuori dal podio Ester Ledecka, una favorita che pochi mesi fa, qui a Cortina, vinse la gara di Coppa del Mondo nello snowboard. 

Senza Sofia Goggia al via, l’Italia non riesce nel miracolo. Elena Curtoni ha concluso ottava, dodicesima Laura Pirovano, 15a Nadia Delago e 17a Francesca Marsaglia.